menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, i giallorossi a Piacenza vogliono sfatare il tabù

Un motivo in più per cercare i tre punti nello scontro infrasettimanale sarà quello di espugnare per la prima volta nella storia il Garilli di Piacenza, tana dei lupi biancorossi

Un motivo in più per cercare i tre punti nello scontro infrasettimanale sarà quello di espugnare per la prima volta nella storia il Garilli di Piacenza, tana dei lupi biancorossi. Un’impresa ardua contro una di quelle compagini che alla vigilia del campionato erano additate tra le favorite per il campionato.

Non potrebbe essere diversamente guardando gli ottimi risultati conseguiti nella scorsa stagione (superati dall’Entella solo all’ultimo turno di campionato e sconfitti in finale playoff) ed i nomi a disposizione di mister Franzini, per una rosa che conta calciatori del calibro di Sestu, Cacia, Paponi solo per citarne alcuni. Si sa che le partite però vengono scritte sul campo, ed il campo da una mano alle motivazioni giallorosse che si trovano solo un punto dietro gli emiliani. Foschi, che più volte ha ribadito la convinzione di avere una squadra che se la può giocare con tutti, per questa gara dovrà fare i conti con qualche infortunio che ha colpito la difesa, sicuramente out Pellizzari e Jidayi, Sirri acciaccato, anche Papa viene tenuto fermo a scopo precauzionale. Convocati Fiorani e Maltoni dalla Beretti. Questo comunque non dovrà intaccare la voglia della squadra di dare continuità ai risultati delle ultime giornate che dimostrano come il lavoro estivo ed il miglioramento della condizione avvicinino le prestazioni a quelle attese dal mister.

Le parole del mister sono chiare: “Chi andrà in campo sicuramente darà il suo contributo e si farà valere. Troveremo le soluzioni opportune per andare a fare la nostra partita a Piacenza, perché vogliamo dare continuità e crescere dal punto di vista delle prestazioni, non solo dei risultati. Affrontiamo un avversario costruito per vincere, una squadra forte che va rispettata, ma come al solito scenderemo in campo per cercare i tre punti, mettendo in campo le nostre qualità non certo per cercare un punticino. Dobbiamo tenere l’attenzione alta perché il Piacenza è una squadra che ti può fare male anche se non fai errori e dobbiamo andare a fare una partita da grande".

Direttore di gara: Mario Cascone (Nocera Inferiore), Assistenti: Costin Del Santo Spataru (Siena), Marco Toce (Firenze).

I Convocati - Portieri: 22 Matteo Cincilla (’94), 1 Andrea Spurio (’98), Difensori: 2 Davide Grassini (’00), 17 Giacomo Nigretti (’99), 11 Ermes Purro (’99), 3 Niccolò Ricchi (’00), 5 Matteo Ronchi (’96), 23 Alex Sirri (’91), 14 Emanuele Maltoni (’01), Centrocampisti: 15 Michael D’Eramo (’99), 10 Alfonso Selleri (’86), 24 Vincenzo Mustacciolo (’00), 8 Carlo Martorelli (’99), 32 Filippo Lora (’93), 21 Marco Fiorani (’02), Attaccanti: 19 Szymon Fyda (’96), 11 Simone Raffini (’96), 26 Giuseppe Giovinco (’90), 9 Manuel Nocciolini (’89).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento