menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, quarta sconfitta consecutiva a Massa Lombarda per il Faenza

Punteggio pesante oltre gli effettivi demeriti per il Faenza calcio, sconfitto a Massa Lombarda dalla squadra bianconera di casa che ha sfruttato tutte le occasioni a differenza dei biancoazzurri, al quarto ko consecutivo

Punteggio pesante oltre gli effettivi demeriti per il Faenza calcio, sconfitto a Massa Lombarda dalla squadra bianconera di casa che ha sfruttato tutte le occasioni a differenza dei biancoazzurri, al quarto ko consecutivo. La formazione manfreda appare timorosa, in certi frangenti quasi bloccata e non riesce ad esprimersi come potrebbe. La mancanza del gol amplifica i problemi.

Così è stato anche a Massa Lombarda dove al 2’ una uscita imprecisa di Bracchetti su cross di Gardenghi metteva fuori tempo anche l’accorrente Missiroli. Dieci minuti dopo Dongellini recuperava all’ultimo in area su Giacomo Lanzoni ben imbeccato da Missiroli. Al 31’ era Gardenghi dalla distanza a provarci con un tiro non preciso. Passavano 120 secondi e il Massa Lombarda spezzava l’equilibrio alla prima vera occasione: Tonini lanciava in verticale Sasso che bruciava il diretto avversario e fulminava a rete sul palo più vicino coperto da Calderoni che non riusciva a intercettare suscitando più di un dubbio sulla sua prontezza. Al 44’ il Faenza potrebbe pareggiare su un contropiede che trova Gardenghi agganciare il pallone portarselo avanti e poi concludere a scavalcare Bracchetti che incredibilmente riusciva a deviare con la punta delle mani in angolo.

Nella ripresa l’allenatore faentino Assirelli provava a inserire la punta Tosi e l’esterno Venturelli per vivacizzare la manovra, ma non la mossa non sortiva effetti di sorta. Ci provavano Missiroli e Gardenghi senza successo, poi al 39’ il Massa Lombarda raddoppiava su un contropiede generato da un pallone perso a centrocampo dal Faenza. Il centravanti bianconero, tra gli ex della gara, si portava avanti la sfera sullo scatto e poi di destro colpiva aggirando Calderoni. Pochi minuti e arrivava il terzo gol su calcio di rigore concesso generosamente dall’arbitro Maizzi che abboccava alla caduta di Tonini in area neppure sfiorato da Venturelli. Il penalty era realizzato da Selleri nonostante Calderoni intuisse la traiettoria e il sipario calava su un’altra gara negativa per il Faenza.

Massa Lombarda: Bracchetti, Vaccari (25’ st Zalambani), Dongellini, Selleri, Hysa, Gramigna,  Scala, Trombetti, Tonini (41’ st Donati), Cavini (30’ st. Lumci), Sasso (44’ st Rabuano). A disposizione: Mazzotti, Raspadori, Baldini, Morandi, Ricci Petitoni. All. Nannini

Faenza: Calderoni, Albonetti (11’ st Venturelli), Fantinelli, Bentini (17’ st Savioni), Gavelli (40’st. L.Franceschini), De Luca, G. Lanzoni (11’ st. Tosi), Missiroli, Teleman, Gardenghi, Malo. A disposizione: Ravagli, Bertoni, P. Lanzoni, Salazar. All. Assirelli

Arbitro: Maizzi di Parma

Ammoniti: Cavini, Teleman

Angoli: 5-5

Recupero: 1’-5’

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento