menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grandi firme e quasi 900 persone alla 52esima "Festa della Montagna"

La seconda serata è stata caratterizzata dalla partecipazione straordinaria della fuoriclasse Deborah Compagnoni, la più vittoriosa sciatrice italiana di tutti i tempi

Attenzione e applausi per i protagonisti della Festa della Montagna U.O.E.I, giunta alla 52 esima edizione. Per il “viaggio tra le emozioni ad alta quota” alla sala Zanelli del centro fieristico, gli appassionati dell’ambiente e dello sport legato alla montagna sono stati circa 900, con posti esauriti nella seconda serata caratterizzata dalla partecipazione straordinaria della fuoriclasse Deborah Compagnoni, la più vittoriosa sciatrice italiana di tutti i tempi.

Nel primo incontro, tanti applausi per il noto scalatore Matteo Della Bordella, presidente dei gruppo alpinistico dei Ragni di Lecco, che ha stupito il pubblico con le immagini commentate dal vivo delle sue ultime spedizioni in Patagonia e all’Isola di Baffin. E’ stata accolta con grande calore e affetto la campionissima dello sci Deborah Compagnoni, prima atleta ad aver vinto una medaglia d’oro in tre diverse edizioni dei Giochi olimpici invernali nella storia dello sci alpino. La valtellinese ha ripercorso, nell’intervista condotta da Giuseppe Sangiorgi, la sua eccezionale carriera e raccontato il suo impegno di oggi con “Sciare per la vita”, associazione filantropica onlus dedicata alla lotta contro la leucemia che ha base A Santa Caterina Valfurva. Hanno accolto Deborah Compagnoni i giovani dello Junior Ski Team, la linea verde dello Sci Club Uoei che celebra i suoi 50 anni. Suggestioni e stupore hanno suscitato le immagini del libro “La voce delle Dolomiti”, un dialogo tra la straordinaria bellezza del paesaggio dolomitico e il fotografo trentino Alessandro Gruzza che ha chiuso la serata.

L’ultima serata è stata dedicata al Trentino, nell’incontro con il Nepal dell’esploratore e scrittore Mario Corradini, del Muse, il Museo delle Scienze di Trento, con l’intervento di Christian Casarotto, glaciologo, ricercatore e curatore della mostra intitolata “Ghiacciai” e la presentazione dei due Mondiali Junior che si svolgeranno nel febbraio 2019: il pattinaggio velocità a Baselga di Pinè e sci alpino in Val di Fassa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento