menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora la Germania sul podio del 'Corti da sogni': tutti i premiati

Nel corso della manifestazione sono giunti registi, produttori e attori da tantissimi paesi tra cui Egitto, Svezia, Iran, Inghilterra, Francia, Spagna, Cina e naturalmente Italia per presentare le loro opere

Si è chiuso sabato al teatro Rasi il festival "Corti da Sogni – Antonio Ricci". Nel corso della manifestazione sono giunti registi, produttori e attori da tantissimi paesi tra cui Egitto, Svezia, Iran, Inghilterra, Francia, Spagna, Cina e naturalmente Italia per presentare le loro opere che sono state ammirate dal pubblico.

Nel corso della serata conclusiva sono stati assegnati i riconoscimenti delle diverse sezioni in concorso. Prosegue il dominio tedesco nella sezione del cinema europeo: per il terzo anno consecutivo, infatti, il premio va alla Germania. Si aggiudica l’European Sogni Award, con i giurati Alessandro Renda e Albert Bucci sul palco, il cortometraggio "Watu Wote" di Katja Benrath che racconta una storia di solidarietà e terrore ambientata in Kenya dove si susseguono attacchi del gruppo terroristico di Al-Shabaab, in un’atmosfera di ansia e diffidenza crescenti tra musulmani e cristiani. Per la categoria Sogni d’oro è stata premiata l'opera "Are you a volley ball?!" del regista iraniano Mohammad Bakhshi. Nell’ambito della sezione riservata ai cortometraggi d’animazione, Premio Giuseppe Maestri, il riconoscimento è andato all'opera, proveniente dalla Francia, "Negative Space" firmata dall’americano Max Porter e dalla giapponese Ru Kuwahata. Il premio è stato ritirato dal produttore francese Jean-Louis Padis. Il premio Frequenze in corto è stato vinto dal videoclip "Read between the lines - Alaska Pollock" di Auke De Vries (Olanda). Il pubblico in sala ha invece decretato il vincitore del premio Creatività in corto: a contendersi la menzione sono stati l’italiano "Buffet" di Santa de Santis e Alessandro D'Ambrosi e la commedia spagnola "El escarabajo al final de la calle" di Joan Vives Lozano. Il pubblico presente in sala ha scelto Buffet.

Coordinati dal professor Alessio Paroncini, gli studenti della terza A della scuola media Novello hanno scelto, dopo una serie di laboratori realizzati a scuola nel corso dell’anno scolastico, il migliore dei cortometraggi che per tematiche si avvicina di più al mondo dei giovanissimi. Il premio Mitici Critici è andato al corto svedese "Touch of sound" firmato dal regista iraniano Hooman Sadeghloo. Il riconoscimento è stato consegnato dall’assessora alla Cultura, Elsa Signorino. Infine il premio per il migliore corto made in Italy è stato attribuito a "Cani di razza" di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta (intervenuto sul palco del Rasi per ritirare il premio). La menzione Crowdfunding è stata invece attribuita a "Is it too much to ask?". Infine il Premio Grr, riservato alle scuole di cinema nazionali e internazionali, è stato assegnato - dalla giuria composta dagli studenti della Classe Terza G indirizzo grafica e comunicazione IT Morigia- Perdisa coordinata dalla professoressa Irene Penazzi – al finlandese "Kukista ja Mehilaisista" di J.j Vanhanen della Tampere University of Applied Sciences.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento