Sempre meno ambulanti in spiaggia: serie di sequestri di occhiali da sole falsi

Grazie all'attività intensificata da parte degli uomini dell'Arma della Compagnia di Ravenna, venditori sono sempre meno sulla spiaggia e le “bancarelle” sembrano essere sparite

Vendeva occhiali da sole contraffatti. Un senegalese di 48 anni, residente nel Forlivese, è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della stazione di Lido Adriano, impegnati nei servizi di controllo sul litorale finalizzati a contrastare il fenomeno dell'abusivismo commerciale. Grazie all'attività intensificata da parte degli uomini dell'Arma della Compagnia di Ravenna, venditori sono sempre meno sulla spiaggia e le “bancarelle” sembrano essere sparite.

Gli ambulanti sembra abbiano iniziato a capire che i continui controlli da parte dei Carabinieri e delle forze dell'ordine sono mirati proprio a far trascorrere serenamente le vacanze ai turisti senza presenze moleste. L'ultima denuncia riguarda il senegalese 48enne: i tanti modelli di occhiali esposti, a bassi costi, avevano attratto qualche sventurato cliente, forse totalmente ignaro che la merce era priva di qualsiasi controllo di sicurezza e pertanto potenzialmente dannoso per la vista. Gli occhiali sequestrati sono quasi un centinaio per un valore dichiarato di circa 5.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro senegalese invece, un 42enne, al momento del controllo, non è risultato in regola con i documenti di soggiorno; è stato denunciato dai Carabinieri di Marina di Ravenna, oltre che multato per tutto il materiale che aveva esposto in vendita senza la prescritta autorizzazione. I militari hanno sequestrato occhiali da sole, molle per capelli, braccialetti vari, anelli, collane e custodie per smartphone, del valore complessivo di 2.000 euro circa. Tutto è stato versato alla depositeria comunale in attesa della confisca e della distruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento