rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Casola Valsenio

Accusa il cassiere della banca di avergli rubato l'assegno: denunciato per calunnia

E’ finito denunciato per due gravi reati, come tentata rapina e calunnia in quanto – secondo le accuse – si è inventato che il cassiere della banca avrebbe trattenuto per sé un assegno

E’ finito denunciato per due gravi reati, come tentata rapina e calunnia in quanto – secondo le accuse – si è inventato che il cassiere della banca avrebbe trattenuto per sé un assegno messo all’incasso. Il tutto ha avuto inizio alla fine del 2017 quando l’uomo, un 59enne già noto alle forze dell’ordine per il possesso di armi, si è presentato ai carabinieri di Casola Valsenio per denunciare il cassiere della banca che, a suo dire, non avrebbe versato un assegno dell’importo di 300 euro sul suo conto corrente, trattenendo per sé il denaro. In verità le indagini, piuttosto veloci, hanno subito potuto appurare che l’operazione bancaria era andata a buon fine e il 59enne era regolarmente entrato in possesso del denaro, salvo poi subito prelevarlo con una somma di tremila euro la cui destinazione non è stata chiarita. Per questo il 59enne è stato denunciato per calunnia, vale a dire il reato di chi, con una denuncia formale, addossa ad un terzo un reato di cui sa che è estraneo.

Ma la vicenda non è finita qui: prima di andare dai carabinieri, lo stesso 59enne avrebbe fatto una sfuriata all’interno della banca, intimando con delle minacce la consegna dei 300 euro che a suo dire gli erano stati sottratti. Questo ha configurato anche il reato di tentata rapina, il secondo capo d’accusa di cui è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Casola Valsenio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusa il cassiere della banca di avergli rubato l'assegno: denunciato per calunnia

RavennaToday è in caricamento