rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Solarolo

Il sindaco di Solarolo: "A scuola il cellulare va usato in modo consono"

La cerimonia di insediamento è stata presieduta dal sindaco Fabio Anconelli, intervenuto assieme all’assessora comunale alle politiche educative Liliana Salvo

La tredicenne Laura Martelli, della classe 3B, è il nuovo “sindaco dei ragazzi” di Solarolo per l’anno scolastico 2015-16. La cerimonia di insediamento si è svolta stamane nella Scuola Media di via Kennedy, davanti all’intera “popolazione scolastica” cittadina. Gli altri eletti nel “consiglio comunale dei ragazzi” sono Federico Labarile, Matteo Cimatti, Mattia De Giovanni, Valentina Dall’Arno, Ruggero Pausini, Maddalena Dalprato, Matteo Sangiorgi, Matteo Donati, Gabriele Tinelli Renzi, Ilenia Barzagli, Massimo Pichetti, Gaia Ferniani, Riccardo Linguerri, Francesca Placci, Filippo Conti, Viola Bellosi.

Dopo il suo insediamento con tanto di fascia tricolore, Laura Martelli ha letto i punti del programma che si prefigge di portare a termine assieme alla sua giunta. Il programma prevede la prosecuzione della raccolta di fondi per Alan, il ragazzo indiano della regione del Kerala che è stato adottato dalla scuola solarolese; la realizzazione da parte delle classi quinte di un “progetto ambiente” che prevede fra l’altro la riparazione delle strutture rotte al Parco Comunale; l’organizzazione di una mattinata di giochi e tornei da trascorrere al campo comunale di calcio; l’organizzazione del tradizionale ballo scolastico, quest’anno a tema fluorescente. Il “sindaco dei ragazzi” ha poi reso noto i componenti della sua giunta: Alessia Muccinelli (delega al ballo scolastico), Riccardo Pausini (delega alle opere pubbliche e sport), Gaia Ferniani (delega all’adozione a distanza).

La cerimonia di insediamento è stata presieduta dal sindaco Fabio Anconelli, intervenuto assieme all’assessora comunale alle politiche educative Liliana Salvo. Nel sottolineare l’importanza dell’impegno civile dei giovani studenti, Anconelli non è mancato in un piccolo monito: «Mi è arrivata voce che nella nostra scuola a volte ci sia un uso improprio del telefonino. Convocherò la nuova “giunta dei ragazzi” nel mio ufficio, per parlarne. Non nego l’importanza della tecnologia, ma l’utilizzo del cellulare a scuola deve essere consono». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Solarolo: "A scuola il cellulare va usato in modo consono"

RavennaToday è in caricamento