rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Scooter rubato, documenti falsi e un coltello: arrestato

E' finito nella rete dei controlli della Polizia con documenti falsi ed un coltello con lama da dieci centimetri. Arrestato tunisino di 42 anni, con numerosi precedenti

E' finito nella rete dei controlli della Polizia con documenti falsi ed un coltello con lama da dieci centimetri. Un tunisino di 42 anni, non in regola col permesso di soggiorno, è stato arrestato dagli uomini della Volante nel cuore della nottata tra domenica e lunedì con l'accusa di possesso, fabbricazione e uso di documenti di identificazione falsi, falsa attestazione a pubblico ufficiale sulla propria identità, ricettazione e porto di armi o strumenti atti ad offendere.

L'intervento si è svolto all'intorno alle 3, durante un controllo svolto in un bar di Ravenna. Il 42enne, che stava giocando alle slot-machine, alla vista dei poliziotti ha manifestato un certo nervosismo. Durante l'identificazione, l'extracomunitario ha spiegato di esser un tunisino con cittadinanza francese residente all’estero, esibendo come prova una carta di identità e una patente di guida francesi, entrambe rilasciate dalla Prefettura di Parigi e intestate allo stesso nominativo da lui fornito come proprio.

Poggiata sulla tastiera dell’apparecchio elettronico dove giocava, vi era la chiave di uno scooter che l’uomo ha affermato di esser di sua proprietà, spiegando però era parcheggiato in un'imprecisata via di Lido Adriano, nei pressi del suo domicilio e che non era in grado di indicare con precisione. La versione non è risultata credibile agli agenti. Subito è iniziata una ricerca nei pressi del bar, che ha permesso di rintracciare in una vicina area di servizio il motore.

Gli accertamenti hanno permesso di appurare che lo scooter era oggetto di furto, denunciato qualche giorno fa proprio in Questura. All’interno del vano sottosella è spuntato un coltello a serramanico con una lama di 10 centimetri, subito posto sotto sequestro. dagli accertamenti fotodattiloscopici è emerso che lo straniero, con numerosissimi precedenti per traffico illecito di sostanze stupefacenti, per il quale era già stato arrestato nel mese di ottobre dello scorso anno, e per ingresso e soggiorno illegale in Italia, era un cittadino tunisino di anni 42 ma con generalità totalmente diverse da quelle dichiarate ed esibite sui documenti di identità mostrate agli agenti.

I documenti,  infatti,  esaminati negli uffici della “Scientifica”, presentavano diverse anomalie non rilevabili ad occhio nudo, che ne decretavano la totale falsità e che venivano quindi sequestrati. Lo straniero, trovato in possesso anche di una tessera sanitaria intestata ad una cittadina italiana residente nel bolognese e risultata anch’essa denunciata come oggetto di furto qualche giorno fa, al termine degli accertamenti è stato arrestato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scooter rubato, documenti falsi e un coltello: arrestato

RavennaToday è in caricamento