menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banda del bancomat mette a ferro e fuoco la bassa Romagna, 3 colpi in una notte

Con tutta probabilità ad agire è stata la stessa batteria di malviventi che ha usato la tecnica della marmotta

Raffica di esplosioni, nella notte tra sabato e domenica, con la banda del bancomat che ha messo a ferro e fuoco la bassa Romagna. Ben tre gli assalti agli sportelli automatici, tutti effettuati con la tecnica della marmotta, che dovrebbe aver fruttato ai malviventi diverse decine di migliaia di euro. Il primo "botto" si è verificato all'ufficio postale di Conselice, in via Buscaroli, dove il Postamat non ha retto all'esplosione che ha scardinato la cassaforte permettendo ai ladri di mettere le mani sui contanti. La banda è poi passata a Sant'Agata sul Santerno puntando la filiale di piazza Umberto I della Cassa di Risparmio di Ravenna. Stesso boato e stesse modalità per arraffare il denaro e fuggire alla volta di Lugo dove l'ultima esplosione ha interessato il bancomat del Credito Cooperativo di via Fiumazzo. Un vero e proprio raid e, al momneto, l'esatto ammontare del bottino è in corso di quantificazione. In tutti e tre i colpi sono intervenuti i carbinieri che, oltre ai rilievi di rito, hanno provveduto ad acquisire i filmati delle telecamere di sorveglianza con la speranza che dai fotogrammi possano emergere elementi utili ad individuare gli autori.

“Occorre alzare la guardia contro la criminalità ed il senso di insicurezza che vivono i cittadini romagnoli. I tre assalti ai bancomat avvenuti la notte scorsa sono indicativi di come, evidentemente, i delinquenti abbiano individuato il Ravennate come zona da saccheggiare. E' bene che, finalmente, i sindaci del Pd del nostro territorio si rendano conto della minaccia rappresentata dal sensibile aumento della criminalità che registriamo negli ultimi anni e comincino a predisporre adeguate misure di contrasto al fenomeno”. E' quanto dichiara il consigliere regionale della Lega, Andrea Liverani, con riferimento all'assalto avvenuto la notte scorsa al Postamat all’ufficio postale di Conselice, in via Buscaroli, a quello della filiale di piazza Umberto I della Cassa di Risparmio di Ravenna a Sant’Agata sul Santerno e infine a quello di Lugo, dove i banditi hanno fatto saltare il bancomat del Credito Cooperativo di via Fiumazzo. “Probabilmente a “colpire” è stata la medesima banda che, a quanto parrebbe, sarebbe specializzata in questo genere di furti. I cittadini romagnoli chiedono sicurezza, è venuto il momento che i sindaci del Pd se ne rendano conto e comincino ad approntare soluzioni al problema” conclude Liverani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento