Bassa Romagna, arriva lo sportello per risolvere le controversie con gli operatori telefonici

Il Corecom Emilia-Romagna è un organismo neutrale, indipendente e imparziale che opera gratuitamente assicurando la tutela effettiva degli interessi dei consumatori e degli utenti

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha attivato uno sportello per accedere ai servizi del Corecom, in supporto a tutti i cittadini che necessitano di intraprendere una controversia con i gestori di telefonia mobile e fissa e con gli operatori delle Pay-Tv, ma non possiedono gli strumenti o le capacità tecnologiche.

Il Corecom Emilia-Romagna è un organismo neutrale, indipendente e imparziale che opera gratuitamente assicurando la tutela effettiva degli interessi dei consumatori e degli utenti. Nel 2019 il Corecom E-R ha fatto sì che i gestori telefonici riconoscessero ai cittadini/utenti somme per oltre 2 milioni di euro.

Il nuovo sportello sarà operativo a partire dal 9 dicembre, tutti i mercoledì dalle 9 alle 13: il servizio è gratuito, ma è obbligatoria la prenotazione contattando l’Urp del proprio Comune di residenza per informazioni e prenotazioni. Lo sportello si trova in Rocca a Lugo, piazza Martiri, 1 (secondo piano, ex Anagrafe).

Gli operatori aiuteranno i cittadini nella gestione delle pratiche e la loro trasmissione attraverso la piattaforma digitale ConciliaWeb (conciliaweb.agcom.it), la piattaforma dedicata ai contenziosi nelle telecomunicazioni.

Lo sportello sarà inaugurato il 9 dicembre alla presenza di Eleonora Proni, presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Gianni Bessi, consigliere regionale, Alfonso Umberto Calabrese, vicepresidente di Corecom E-R e Maria Giovanna Addario, componente del Corecom.

"Questo nuovo servizio contribuirà ad abbattere il divario digitale, il cosiddetto digital divide, che in molte situazioni pone il cittadino in una posizione di svantaggio rispetto agli operatori telefonici - ha rimarcato la presidente Eleonora Proni -. Nonostante le difficoltà di un anno terribile, riusciamo a dare alle nostre comunità uno strumento in più di cui avvalersi, per fare in modo che anche i cittadini meno esperti di tecnologia possano far valere i propri diritti nei confronti delle compagnie telefoniche e, se il caso, ricevere i dovuti indennizzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

  • La lotta contro il covid di Fausto Gresini: nuovo peggioramento delle condizioni, "Ha febbre alta"

Torna su
RavennaToday è in caricamento