Cancello aperto e rumore di un martello pneumatico: sventato un furto al cimitero

Molto probabilmente gli individui fuggiti si stavano apprestando a compiere un furto, e l'intervento della pattuglia ha quindi interrotto l'attività criminosa

Nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 luglio, poco dopo la mezzanotte, una pattuglia della Polizia locale della Bassa Romagna è riuscita a sventare un furto al cimitero di Lugo. Durante un servizio di controllo del territorio, gli agenti hanno sentito il suono di un allarme provenire dall’area est del cimitero: avvicinatisi all’area, hanno poi udito il rumore di un martello pneumatico, mentre un cancello era aperto.

La pattuglia ha quindi ispezionato l’area, scorgendo tre persone che si davano alla fuga. Sul posto si sono recate in supporto anche tre pattuglie della Compagnia Carabinieri di Lugo, purtroppo però le persone in fuga non sono state rintracciate. Molto probabilmente gli individui fuggiti si stavano apprestando a compiere un furto, e l'intervento della pattuglia ha quindi interrotto l'attività criminosa.

"Ringrazio la Polizia locale per aver sventato questo grave atto - dichiara l'assessore referente del Comune di Lugo, Veronica Valmori -. Un gesto inaccettabile, che viola un luogo per tutti simbolo del ricordo verso chi non c'è più e offende così l'intera comunità. Sappiamo che le forze dell'ordine sono già al lavoro per risalire ai responsabili, affinché paghino per questo vergognoso gesto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento