rotate-mobile
Cronaca

Comune: "Guardiamo al futuro del Mar", investimenti da oltre 1,5 milioni di euro

L'assessore alla cultura Elsa Signorino: "Le nostre istituzioni culturali sono talmente prestigiose da meritare di essere valorizzate con uno sguardo proiettato al futuro"

L'approvazione del bilancio del Mar ha suscitato voci di protesta e dubbi provenienti da varie parti politiche durante il consiglio comunale. “Le nostre istituzioni culturali sono talmente prestigiose da meritare di essere valorizzate con uno sguardo proiettato al futuro - commenta l'assessore alla cultura Elsa Signorino, che durante il consiglio di mercoledì ha illustrato la delibera - Per quanto riguarda il Mar in particolare, in questo momento stiamo ragionando, con un’ottica appunto pluriennale, sulla definizione del suo profilo, e la nostra attenzione è perciò tutta rivolta al futuro e per nulla al passato. Siamo consapevoli di avere una grande responsabilità, ma allo stesso tempo confortati dalla ricchezza del patrimonio culturale dal quale partiamo, di cui sono assolutamente fiera. Al Mar dedicheremo molte energie e sono certa che questo cimento potrà avere un buon esito".

"La prospettiva è quella di una valorizzazione complessiva, che renda il nostro Museo d’arte vivo e vitale tutto l’anno - continua l'assessore - Le principali direttrici lungo le quali ci muoveremo sono tre: in primo luogo la valorizzazione delle collezioni permanenti, perché un museo non vive di sole mostre temporanee. Il Mar ne ha diverse, di grande valore, per citarne solo una quella dei mosaici moderni e contemporanei che annovera la presenza di alcuni tra gli artisti più significativi del Novecento. E in questo quadro segnalo l’intervento di riallestimento della galleria Guidarello, con un investimento di 60mila euro, di cui 45mila di contributo regionale. Sarà poi fondamentale lo sviluppo di attività di ricerca e didattica e a questo proposito voglio ricordare la prossima realizzazione di un intervento di “Laboratorio aperto”, grazie a contributi europei per un 1,5 milioni di euro, che permetteranno di dare vita a due laboratori ad alta innovazione tecnologica al Mar e al futuro Museo archeologico di Classe, nei quali sarà possibile sviluppare applicazioni per la promozione culturale e turistica. Non da ultima, naturalmente, la realizzazione di mostre di rilievo, che per essere tali devono avere alla base un valido progetto scientifico e la capacità di parlare a un grande pubblico. E a proposito di mostre faccio solo due esempi: la prossima apertura della mostra fotografica di Lelli & Masotti, che vuole essere preludio di una chiamata al Mar dei più prestigiosi fotografi e, in autunno, la mostra su architettura e mosaico all’interno della Biennale del Mosaico, che a sua volta sarà un evento di rilievo di livello nazionale e coinvolgerà molte altre sedi espositive, con la quale ci poniamo l’obiettivo di intercettare nuovi flussi turistici in un periodo dell’anno solitamente meno appetibile da questo punto di vista".

A breve è prevista una prima variazione del bilancio del Mar, che ci porterà nuove entrate per 180mila euro attraverso un contributo della fondazione Cassa di risparmio di Ravenna e l’applicazione di un avanzo di amministrazione. Sono inoltre in corso di definizione tre importanti sponsorizzazioni -conclude l'assessore - Siamo quindi in grado di dire che affrontiamo gli impegni che ci aspettano da una parte nella consapevolezza che sono significativi, ma dall’altra consci che alla loro base c’è una visione complessiva e ponderata di valorizzazione di uno straordinario patrimonio culturale e la messa in campo di risorse adeguate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune: "Guardiamo al futuro del Mar", investimenti da oltre 1,5 milioni di euro

RavennaToday è in caricamento