Degrado agli Speyer: "I portoni dei condomini sono toilette a cielo aperto"

Questo fenomeno, secondo Donati, ha raggiunto livelli di inciviltà senza precedenti: "A tal punto che quasi sempre l’urina forma una pozza, passando anche all’interno del palazzo"

Risale a giovedì scorso in via Carducci, nei pressi dei giardini Speyer, la segnalazione di Lista per Ravenna di un uomo ubriaco che avrebbe sfregiato sei auto con un coltellino, servitogli anche per minacciare i passanti. "Il grave episodio richiama le numerose segnalazioni effettuate dal Comitato Nuova Isola San Giovanni e inviate anche al Prefetto, al Sindaco e al Comandante della polizia comunale, che non hanno prodotto giovamento al degrado di questa zona, apparentemente senza via d’uscita - spiega Stefano Donati, capogruppo di Lista per Ravenna nel consiglio del Centro urbano - I residenti nel complesso dell’Isola San Giovanni, soprattutto chi abita nei condomini sul retro di via Carducci di fronte ai giardini Speyer, lamentano di aver notato soggetti che quotidianamente consumano svariate bottiglie di birra, riconosciuti poi tra quelli che si ritrovano a espletare i propri bisogni proprio davanti ai loro portoni. Vero è che nell’intera zona stazione non ci sono toilette pubbliche, disservizio civico combattuto ripetutamente da Lista per Ravenna, che riporteremo a a breve in consiglio comunale. Ma se ce ne fossero, servirebbero piuttosto per altro genere di cittadini e di turisti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo fenomeno, secondo Donati, ha raggiunto livelli di inciviltà senza precedenti: "A tal punto che quasi sempre l’urina forma una pozza, passando anche all’interno del palazzo. Per ridurre l’odore nauseabondo, i condòmini sono obbligati a lavare l’entrata dentro e fuori con abbondante candeggina, non certo idonea anch’essa a essere respirata per lungo periodo, potendo provocare irritazioni oculari e alle vie respiratorie. Servono niente contro questo genere di lordure le autobotti con getto a pressione mandate di notte da Hera, a spesa dei cittadini, per lavare e sanificare i camminamenti intorno all’Isola. L’arrivo del caldo estivo renderà irrespirabile l’aria senza maschera d’ossigeno. Siffatte prestazioni sono purtroppo accompagnate anche da deiezioni umane, che, spostandosi un po’ più in là, vengono calate, anche in pieno giorno, sul giardinetto di viale Pallavicini all’incrocio con viale Alberoni. Spiace segnalare che, da quanto ci risulta, i protagonisti di questi comportamenti incivili sono stati notati tra coloro che frequentano le attività commerciali della zona, alcune delle quali hanno orari di apertura decisamente anomali. Com’è possibile che un’attività di generi alimentari rimanga chiusa tutto il giorno per aprire dalle 17.30 fino a tarda serata? Come può essere accettato che venga costantemente violata l’ordinanza di divieto di vendita e consumo di alcolici in contenitori di vetro o in lattina? Che senso ha imporre un divieto che prevede una multa di 200 euro, quando i sanzionati non la pagheranno mai, risultando privi di reddito e di beni legali? La sensazione dei residenti è che vi siano controlli e interventi forse troppo timidi, o comunque occasionali, sulle attività commerciali di questa zona addette alla vendita di alimenti e bevande. Si ha forse timore a pretendere anche da queste attività il rispetto delle norme di legge e del regolamento di igiene pubblica, che vengono imposte giustamente, con rigore, a qualsiasi altro esercente del centro? Tutto si riduce però a una domanda: quando si vorrà fare sul serio e con continuità, non a spot, in zona stazione, e particolarmente in area Giardini Speyer?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento