menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il vescovo lughese Cavina si dimette: "Gogna mediatica insostenibile"

Monsignor Francesco Cavina non è più Vescovo di Carpi. Lo ha annunciato lo stesso prelato, nato a Faenza il 17 febbraio 1955 e residente a San Lorenzo di Lugo

Monsignor Francesco Cavina non è più Vescovo di Carpi. Lo ha annunciato lo stesso prelato, nato a Faenza il 17 febbraio 1955 e residente a San Lorenzo di Lugo, con un comunicato nel quale si rende nota la rinuncia all'incarico, accettata da Papa Francesco. Cavina si sfoga chiarendo la sua posizione: "I 7 anni di ministero a Carpi sono stati segnati da continui tentativi di delegittimazione, nonché, negli ultimi tempi, da intercettazioni telefoniche a seguito di denunce di presunti reati alla Procura della Repubblica. Ho sempre rispettato la Giustizia e i suoi operatori e sempre li rispetterò; peraltro, l’aspetto più doloroso per quanto mi riguarda è che l’intera indagine si è contraddistinta per una diffusione mediatica, in tempo reale, di parte dell’attività degli inquirenti, anche quando si versava in pieno segreto istruttorio. Si è arrivati a pubblicare anche il contenuto di telefonate legate al mio ministero sacerdotale ed episcopale. Successivamente, ottenuta la completa archiviazione della mia posizione, la gogna mediatica a cui sono stato sottoposto non si è interrotta”.

Il riferimento è alle inchieste giudiziarie che negli utlimi mesi hanno travolto l'Amministrazione di Carpi, tirando per la giacca anche la Chiesa a causa dei suoi rapporti con alcuni politici cittadini. Un'esposizione mediatica che è stata mal digerita dal prelato e dal suo entourage, come sottolinea ancora Cavina spiegando che “il vescovo non può essere costretto ad affrontare uno stillicidio mediatico, che, basandosi su una informazione faziosa, instilla nei fedeli e nella gente dubbi e sospetti”. Da qui la scelta di lasciare. Nel frattempo, in seguito alla rinuncia al governo pastorale, papa Francesco ha nominato l’arcivescovo di Modena-Nonantola monsignor Erio Castellucci amministratore apostolico della diocesi di Carpi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento