rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Gioielli storici fra dune e pinete: dove si trovano i bunker sulla costa ravennate

Sono tantissimi i bunker e gli altri manufatti difensivi risalenti al periodo della guerra nel territorio ravennate e alcuni di questi si possono anche visitare

Il fascino della storia e i recenti preoccupanti eventi bellici in Ucraina fanno tornare d'interesse i bunker militari. Queste possenti fortificazioni, risalenti prevalentemente al periodo della seconda guerra mondiale, sono presenti in varie zone d'Italia e se ne trovano parecchi anche sul territorio ravennate. E oltre al valore storico, questi edifici difensivi negli ultimi anni hanno sempre più destato l'attenzione dei turisti, tanto da portare a un intenso lavoro di riqualificazione dei vecchi bunker, divenuti oggi meta di visite ed escursioni guidate.

I bunker sulla costa di Ravenna

Sulla costa ravennate, infatti, si contano ancora oggi oltre cinquanta bunker tedeschi di vario tipo. Questo perché, durante la seconda guerra mondiale, il timore di uno sbarco alleato sulle spiagge romagnole, alle spalle della Linea Gotica, indusse l'esercito tedesco a proteggere tutti i punti strategici con questi manufatti bellici difensivi. Diversi bunker si trovano oggi all'interno di aree private difficilmente accessibili. Ma altri, situati sui terreni demaniali della fascia retrodunale, sono stati ripuliti e restaurati e qualcuno è diventato anche visitabile. Diversi ad esempio sono i tour organizzati per visitare i siti tra Cervia e Milano Marittima.

Altri bunker e difese militari sono invece presenti sui lidi ravennati, a partire da Punta Marina e Marina di Ravenna. Lungo le spiagge ravennati quindi si possono ancora osservare i cosiddetti "Denti di Drago", speciali sbarramenti anticarro e bunker, spesso nascosti all'interno delle pinete, di differenti tipologie, come i Tobruk e i Regelbau. Gran parte di questo lavoro di valorizzazione, che ha reso visitabili questi manufatti storici, lo si deve a volontari e associazioni del territorio come l'associazione CRB 360°.

Dove vedere e visitare i bunker

Come si diceva in precedenza, non tutti i bunker del nostro territorio sono visitabili, poiché alcuni si trovano in aree private. Per altri invece esiste anche la possibilità di ammirarli attraverso una visita guidata. Durante la primavera e l’estate vengono organizzati, con l’aiuto dei volontari delle Pro Loco di Marina di Ravenna e Punta Marina, dei speciali tour guidati. Per i tour di Milano Marittima, invece, si può comodamente prenotare attraverso il sito del Turismo del Comune di Cervia, oppure direttamente negli uffici Iat di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata. Di seguito elenchiamo una serie di luoghi in cui sono presenti alcuni bunker della guerra, ma per un elenco completo e dettagliato si può consultare il sito La Linea Galla Placidia.

linea-galla-placidia-denti di drago a punta marina-2

I denti di drago di Punta Marina (foto da La Linea Galla Placidia)

A Punta Marina sono ben visibili i denti di drago posti nella pineta a fianco di via della Fontana. Poco distante, sul Lungomare Cristoforo Colombo, si possono vedere due bunker proprio vicini al centro del paese. Un bunker Regelbau con ridipintura mimetica lo si può invece trovare nella pineta a fianco di via Arenile Demaniale. Ma sono solo alcuni dei tantissimi forti difensivi. Anche a Marina di Ravenna abbondano i bunker. Un Regelbau è ben visibile in Piazzale dei Marinai, mentre un altro gruppo di bunker, di tipologia Flak e Tobruk sono visibili nel cuore della pineta di Marina.

A Milano Marittima si possono vedere i bunker su viale 2 giugno e nelle traverse che vanno verso la spiaggia (nella zona compresa tra via Leoncavallo e via Ponchielli), altri due sono nell'area compresa tra via Oriani e via Paisiello, altri ancora sono collocati su viale Veneto (nella zona compresa tra le vie Rossini e Bellini).

Mappa-Bunker-Tour-Milano-Marittima-2

La mappa dei bunker di Milano Marittima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioielli storici fra dune e pinete: dove si trovano i bunker sulla costa ravennate

RavennaToday è in caricamento