Elezioni, domenica si elegge il dopo Matteucci. Come si vota: il fac-simile della scheda

Agli aventi diritto al voto sarà fornita una scheda azzurra, che reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, sotto il quale sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato

Termina l'era di Fabrizio Matteucci a sindaco di Ravenna. I cittadini ravennati sono chiamati domenica all'elezione diretta del sindaco e del rinnovo del Consiglio Comunale. Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23. L'eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 19 giugno, sempre dalle 7 alle ore 23. Sono 123.248 gli aventi diritto al voto (59.121 maschi e 64.127 femminile, dato riferito al 15esimo giorno antecedente le elezioni). Sono 14 le liste in appoggio ai cinque candidati a sindaco: si tratta di Pd, Pri, Insieme per Cambiare, Sinistra per Ravenna, Italia dei Valori, Ama Ravenna, Ravviva Ravenna a sostegno del candidato sindaco Michele De Pascale; Lega Nord, Lista per Ravenna, Forza Italia, Fratelli d’Italia a sostegno di Massimiliano Alberghini; CambieRà a sostegno del candidato sindaco Michela Guerra; e "La Pigna" con Maurizio Bucci; e "Ravenna in Comune" con Raffaella Sutter. Sono invece 428 i candidati al consiglio comunale. Si vota in 165 seggi.

In occasione delle elezioni degli organi comunali, il municipio sarà aperto al pubblico e presidiato dalle 23 di domenica, in concomitanza con le operazioni di scrutinio: i risultati, seggio per seggio, verranno presentati in tempo reale attraverso uno schermo allestito nella sala preconsiliare. Gli stessi dati saranno consultabili al link https://bit.ly/1WwoZtN, alla pagina del sito del Comune, a partire dalle 23.30 circa. Si prevede che le operazioni di scrutinio abbiano una durata di 5-6 ore. Dalla stessa pagina web sarà possibile verificare le percentuali di affluenza dei votanti registrate alle ore 12, 19 e 23 di domenica.

COME SI VOTA: FAC SIMILE DELLA SCHEDA ELETTORALE

Agli aventi diritto al voto sarà fornita una scheda azzurra, che reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, sotto il quale sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato. L'elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto per una delle liste tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso è valido sia per la lista votata sia per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato; per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, e sul contrassegno della lista o di una delle liste collegate al candidato sindaco stesso; anche in questo caso esprime un voto valido sia per il candidato alla carica di sindaco sia per la lista collegata.

Si potrà esprimere il proprio voto per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, e per una lista non collegata tracciando un altro segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso è attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata (il cosiddetto "voto disgiunto"); per un candidato a sindaco tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, non segnando alcun contrassegno di lista. Il voto così espresso è attribuito solo al candidato alla carica di sindaco.

Si potrà esprimere il proprio voto solo per candidati alla carica di consigliere comunale, scrivendone il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) nelle righe stampate a fianco del contrassegno della lista di appartenenza dei candidati votati, anche senza segnare il contrassegno della lista stessa; in tal caso il voto è valido sia per i candidati consiglieri votati, sia per la lista cui essi appartengono, sia infine per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato, salvo che l'elettore non si sia avvalso della facoltà di esprimere un voto disgiunto.

E' importante evidenziare che le preferenze devono essere manifestate, esclusivamente, per candidati compresi nella lista votata. Ogni elettore può manifestare non più di due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale; nel caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, a pena di annullamento della seconda preferenza. Nei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti si procede al turno di ballottaggio per l'elezione del sindaco qualora nessun candidato alla stessa carica abbia conseguito la maggioranza dei voti validi. Per il ballottaggio il voto si esprime tracciando, con la matita copiativa, un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto. 

TESSERE ELETTORALI - Per chi dovesse rinnovare la tessera elettorale (qualora la propria fosse completa di timbri nei 18 spazi, fosse stata perduta o sia deteriorata) e non avesse ancora provveduto a farlo si ricorda che gli sportelli dell’Anagrafe di viale Berlinguer 68 sono aperti oltre che venerdì finoa lle 18 anche sabato, dalle 8.30 alle 18; domenica dalle 7 alle 23.

In alcune scuole sedi di seggio, molto grandi e nelle quali è stata ravvisata da parte dell’ufficio elettorale l’opportunità di offrire un servizio di ausilio alla popolazione anziana e/o disabile, saranno presenti dei volontari nelle fasce orarie di maggiore affluenza, indicativamente dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20. L’associazione nazionale Carabinieri - gruppo volontariato Ravenna coprirà il servizio con 13 volontari nelle scuole media Montanari, elementari Camerani, Randi, Garibaldi e Ricci. I volontari di R. C. Mistral presidieranno invece la scuola media Don Minzoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le sezioni elettorali sono accessibili da parte degli elettori non deambulanti e in diverse scuole è anche disponibile una sedia a rotelle. Comunque, nell’eventualità che la sede della sezione elettorale nella quale sono iscritti gli elettori non deambulanti, sia momentaneamente inaccessibile mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in un’altra sezione del Comune situata in una sede esente da barriere architettoniche (in allegato l’elenco dei seggi facilitati). Inoltre una sedia a ruote è disponibile anche all’ufficio elettorale (telefono 0544 482283) e, su richiesta degli interessati, può essere recapitata in qualsiasi sede di seggio. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere all’ufficio elettorale, viale Berlinguer 54, telefono 0544 482283, fax 0544 482543, e-mail elettorale@comune.ra.it, posta elettronica certificata: elettorale.comune.ravenna@legalmail.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento