Cronaca

Era stato espulso dall'Italia nel 2019: finisce in carcere

Dalla verifica nella banca dati delle Forze di Polizia è risultato che lo stesso aveva numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio e la Pubblica Amministrazione

La Polizia di Stato ha arrestato un 32enne albanese per il reato di reingresso illegale nel territorio dello Stato. Giovedì pomeriggio un equipaggio della Sezione Volanti della Questura di Ravenna ha proceduto al controllo degli occupanti di un veicolo in via Cicognani; uno di questi è stato condotto in Questura per accertamenti sull’identità personale.

L’uomo, sottoposto a fotosegnalamento dattiloscopico attraverso il sistema Afis, è stato identificato per il 32enne cittadino albanese. Dalla verifica nella banca dati delle Forze di Polizia è risultato che lo stesso, oltre ad avere numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio e la Pubblica Amministrazione, il 29 giugno 2019 era stato espulso dal territorio nazionale con provvedimento del Prefetto di Ferrara e accompagnamento alla frontiera.

Lo straniero è stato quindi dichiarato in arresto per aver fatto reingresso in Italia senza la preventiva autorizzazione del Ministro dell’Interno. Il 32enne, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura di Ravenna. Il Giudice Unico di Primo Grado del Tribunale di Ravenna, dopo la convalida dell’arresto, ha rinviato l’udienza al 9 dicembre applicando all’indagato la misura dell’obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era stato espulso dall'Italia nel 2019: finisce in carcere

RavennaToday è in caricamento