rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Cervia

In 300 alla decima edizione della Festa dei Pensionati Coldiretti

A chiudere il dibattito, che è stato anche occasione per presentare la Carta Vantaggi a favore degli agricoltori over 65, Giorgio Grenzi, presidente nazionale di Federpensionati Coldiretti

Pensionati in agricoltura sempre più numerosi, in Italia e in provincia di Ravenna, ma allo stesso tempo sempre più preziosi, perché pilastri delle nostre famiglie e modelli per le nuove generazioni chiamate a prendere le redini del settore primario e delle nostre aziende”. Con queste parole il presidente della Federpensionati provinciale, Francesco Gallina ha aperto l’annuale incontro promosso da Coldiretti Ravenna per dare la giusta riconoscenza ai propri soci pensionati. Ad ospitare l'evento, giunto alla decima edizione, l’Istituto Alberghiero per il Turismo “Tonino Guerra” di Cervia. Alla presenza dell’assessore comunale Gianni Grandu, che ha sottolineato l’importanza, anche in chiave turistica, dell’agricoltura e dell’agroalimentare romagnolo e quindi del grande lavoro di valorizzazione condotto in questi anni da Coldiretti, Gallina ha poi ribadito la necessità di una maggiore attenzione, da parte della politica e delle istituzioni del territorio, alla tutela socio-assistenziale a favore di questa larga fetta di popolazione “che ha fatto e continua a fare molto non solo per l’agricoltura, bensì per l’intera economia del Paese”.

Un appello raccolto e rilanciato anche dal Presidente Federpensionati Emilia-Romagna Aimone Gnudi e dal Segretario nazionale Danilo Elia. Con l’intervento del Presidente Coldiretti Ravenna Massimiliano Pederzoli si è poi toccato il tema delle conquiste in agricoltura raggiunte da Coldiretti con la Legge di Stabilità 2017: “Dalla detassazione dei redditi agricoli, all’estensione della 14esima ai pensionati - ha riassunto Pederzoli - è indubbio che molto è stato fatto al fine di garantire più redditività alle nostre imprese e maggiore dignità alle persone che in esse operano e vivono, tuttavia Coldiretti si trova  purtroppo a scontarsi troppe volte con le inefficienze di un sistema amministrativo che ingessa e frena sviluppo e investimenti agricoli, penalizzando tutti quegli imprenditori onesti come siete stati voi, che avete creato aziende con fatica e sudore e che insegnate a figli e nipoti il significato del sacrificio. Nonostante tutto, ha concluso Pederzoli, noi continueremo a batterci contro le assurdità burocratiche e le latitanze amministrative, perché la nostra agricoltura si merita un presente ed un futuro migliore”.

A chiudere il dibattito, che è stato anche occasione per presentare la Carta Vantaggi a favore degli agricoltori over 65, Giorgio Grenzi, presidente nazionale di Federpensionati Coldiretti. Nel suo discorso all’attenta platea, composta da quasi 300 associati, Grenzi ha tracciato una panoramica delle progettualità dell’associazione, partendo dalle nuove progettualità in tema di welfare e politiche in ambito sanitario, oltre alla sinergia con i movimenti dei giovani e delle donne. “Queste, insieme alla volontà di continuare ad affiancare i percorsi dell’Organizzazione per la tutela del Made in Italy - ha concluso - sono le linee guida sulle quali il movimento si sta indirizzando, proponendo tutta una serie di servizi e consulenze per venire incontro alle esigenze degli associati in maniera sempre più efficace e capillare”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 300 alla decima edizione della Festa dei Pensionati Coldiretti

RavennaToday è in caricamento