Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Cervia

Rubano un'auto d’epoca da 50mila euro e una bici elettrica: arrestati i ladri

Due furti in pochi giorni: il ladro d'auto è stato inseguito e bloccato dai Carabinieri. Arrestato anche l'autore del furto di bici in un hotel

I Carabinieri della Compagnia di Cervia - Milano Marittima hanno arrestato due persone per il furto di un'auto d'epoca e di una bici elettrica. Il primo fatto è avvenuto nella notte di sabato, quando un uomo di 60 anni, già noto alle forze dell'ordine e residente nel Milanese, è stato arrestato per il furto di un’autovettura d’epoca. Il proprietario del veicolo, una Porsche 911 Carrera del valore di 50mila euro, aveva parcheggiato a ridosso dell’area del porto canale di Cervia, ma tornando a riprendere il mezzo si è accorto del furto. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Milano Marittima, dopo aver ricevuto la segnalazione e aver effettuato un sopralluogo sul posto, si sono messi subito alla ricerca dell'auto e a distanza di poco tempo una pattuglia ha intercettato lungo la statale Adriatica il veicolo rubato con una persona a bordo.

Immediatamente i militari si sono messi all’inseguimento e, dopo una breve fuga, la pattuglia ha bloccato l’uomo alla guida. Sottoposto l'autore del furto a perquisizione, i Carabinieri hanno appurato che l'uomo aveva inserito nel quadro di accensione un chiavistello artigianale e una chiave inglese per mettere in moto l'auto. Inoltre l'uomo nascondeva nella tasca dei pantaloni circa un grammo di cocaina. Ai Carabinieri ha riferito che si stava dirigendo a Milano dove avrebbe provveduto a piazzare l’auto d’epoca. Il ladro è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, riposto in libertà. Nei suoi confronti verrà avanzata la proposta per l’applicazione del foglio di via obbligatorio per evitare che ritorni nel comune di Cervia, mentre per il possesso di droga gli è stata ritirata la patente di guida. Al legittimo proprietario è stata invece riconsegnata l'auto.

Il secondo episodio criminale si è verificato invece nella giornata di lunedì, quando i Carabinieri hanno arrestato un cittadino nordafricano responsabile del furto di una bicicletta elettrica. L'uomo, anche lui già noto alle forze dell'ordine, si è introdotto all’interno della proprietà di un hotel e, dopo aver tranciato il lucchetto, ha rubato la bici. Rincorso dal proprietario, è stato bloccato in prossimità della struttura ricettiva. Sul posto i Carabinieri hanno quindi proceduto alla perquisizione personale dell'uomo rinvenendo all’interno del suo zaino un flessibile a batteria e altri arnesi da scasso utilizzati per compiere il furto. Il materiale è stato sottoposto a sequestro mentre l'uomo ha trascorso l’intera notte in camera di sicurezza. Al termine dell’udienza di convalida, il giudice ravennate ha disposto per l’arrestato il divieto di dimora nella provincia di Ravenna. Il processo si celebrerà il prossimo 13 settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano un'auto d’epoca da 50mila euro e una bici elettrica: arrestati i ladri

RavennaToday è in caricamento