menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba dei vestiti e ferisce una commessa, poi si giustifica: "Ma io volevo pagare..."

Una commessa aveva notato i due indossare capi d’abbigliamento sottratti nel negozio e li aveva invitati a riporre i capi oppure a pagarli

Una telefonata al numero di emergenza 112 ha segnalato che due cittadini stranieri avevano perpetrato un furto all’interno di un negozio di abbigliamento del centro di Faenza. Giunta sul posto la pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Faenza, i militari hanno notato due dipendenti all’interno del negozio intente a parlare con un cittadino straniero. Le stesse hanno indicato l’uomo come uno degli autori del furto appena segnalato.

L’individuo, un marocchino di 27 anni, mentre tentava di uscire dal negozio aveva indossato un giubbotto sottratto poco prima. Tra l’altro l’uomo aveva avuto una colluttazione con le due commesse del negozio, avendo strattonato, spinto e ferito a un braccio una delle due donne. La responsabile del negozio ha dichiarato che due individui di sesso maschile, stranieri, erano stati visti aggirarsi con fare sospetto nel locale e non li avevano mai persi d’occhio. Una commessa aveva notato i due indossare capi d’abbigliamento sottratti nel negozio e aveva invitato i due a riporre i capi oppure a pagarli. Uno dei due, tuttavia, era riuscito ad allontanarsi con indosso i capi facendo perdere le proprie tracce. L’altro, invece, è stato fermato dalle due commesse con addosso ancora il giubbotto rubato.

L’indagato ha dichiarato di non avere avuto intenzione di “rubare”, essendo stato intenzionato a pagarlo: aatteggiamento che mal si concilia con il fatto che lo stesso aveva già indosso il giubbotto all’uscita dal camerino di prova, peraltro occultato sotto una maglia. Inoltre, erano stati rubati anche altri capi d’abbigliamento per un totale di 200 euro, più altri capi danneggiati. I Carabinieri della Stazione hanno arrestato il 27enne per rapina impropria in concorso e condotto l'uomo al carcere di Ravenna come disposto dal pm di turno. L’arresto è stato, poi, convalidato e il gip, Sabrina Bosi, ha  disposto l’immediata liberazione dell'uomo con applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento