menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Negato lo stato di calamità naturale a Milano Marittima: "Salvini si diverte al Papeete ma non aiuta"

E Morrone replica: "Corsini si è coperto solo di ridicolo addossando a Salvini la responsabilità della mancata dichiarazione di stato di calamità naturale"

"L’ormai ex Governo ha respinto la richiesta della Regione Emilia-Romagna per la dichiarazione di stato di calamità naturale a Cervia in seguito alla violenta tromba d’aria di questa estate che ha devastato la località balneare". Ad annunciarlo, tramite i suoi profili social, è l'assessore regionale al turismo Andrea Corsini, che non usa mezzi termini per attaccare l'ormai ex vicepremier Matteo Salvini, da sempre fedele frequentatore di Milano Marittima. "Carissimo ex Ministro Salvini, oltre a divertirsi al Papeete, perché non si è preoccupato di dare una mano alla città e agli imprenditori della località in cui trascorre le vacanze?".

A metà luglio la Regione aveva stanziato mezzo milione di euro per la ricostruzione di Milano Marittima anticipando i fondi nazionali per i risarcimenti. "I danni sono stati ingenti sia al patrimonio pubblico che a quello privato, e per questo abbiamo chiesto lo stato d'emergenza al Governo - aveva spiegato il presidente della Regione Stefano Bonaccini - La pineta è un patrimonio che non appartiene solo a Cervia, ma all'Emilia Romagna e al paese".

Fortunale a Milano Marittima, Corsini attacca Salvini. Morrone: "Episodio squallido"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

La sorpresa pasquale a Maiano: sbuca un uovo di Pasqua gigante

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento