Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

All’interno della struttura è stato creato un settore separato, per mettere in quarantena gli ospiti positivi e per garantire le necessarie condizioni assistenziali

A seguito dell’effettuazione di tamponi avvenuta sabato su tutti gli ospiti e sul personale della struttura per anziani Boari di Alfonsine, 14 ospiti e 3 oss sono risultati positivi al Coronavirus. "Le persone positive presentano attualmente sintomi di lieve entità e per questo non è stato necessario il ricovero ospedaliero - spiega il sindaco Riccardo Graziani - La situazione è attentamente seguita dalle autorità sanitarie con le quali siamo in continuo collegamento e con cui ho trascorso l'intera giornata di domenica, presso il dipartimento di igiene pubblica, per poter seguire l'evolversi della situazione. All’interno della struttura è stato creato un settore separato, per mettere in quarantena gli ospiti positivi e per garantire le necessarie condizioni assistenziali, il distanziamento e l’utilizzo di particolari dispositivi di protezione individuale. Gli operatori positivi sono invece in isolamento domiciliare presso la loro residenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono state immediatamente avvertite le famiglie degli ospiti risultati positivi, alle quali esprimo tutta la mia vicinanza e l’impegno, insieme alle autorità sanitarie, ad adottare tutte le misure necessarie - continua il primo cittadino di Alfonsine - Naturalmente le condizioni degli anziani ospiti sono attentamente monitorate attraverso periodici accessi da parte di personale medico specializzato (le Usca, intervenute anche domenica). Sono inoltre stati sospesi gli accessi di altri ospiti e il trasferimento degli ospiti della Boari considerati “contatto stretto” con i positivi presso altre strutture o luoghi. Le visite dei famigliari sono limitate solo a casi di estrema necessità ed urgenza. I precedenti tamponi effettuati su tutti gli ospiti della struttura, sabato 10 ottobre, erano risultati tutti negativi. La positività è emersa successivamente, a seguito dell’ennesimo screening che viene effettuato nel rispetto dei più rigidi protocolli nazionali e regionali, a tutti gli ospiti e gli operatori, nonché in caso di uscita e/o rientro degli ospiti in struttura. In questo difficile momento, diviene ancor più necessario ricordare quanto i comportamenti corretti, da parte di tutti, siano indispensabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato nei boschi dopo tre giorni insieme al suo fedele cane: "Nelle ore più fredde ci scaldavamo vicini"

  • Troppi casi di Coronavirus nelle classi: chiude un'altra scuola

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

  • Violento tamponamento tra due camion in autostrada: traffico in tilt

  • La giovane che sfida la crisi per realizzare il suo sogno: aprire un forno-cioccolateria

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento