Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Il Pd aderisce alla mobilitazione contro il "Ddl Pillon": se ne parla in un dibattito

La Conferenza provinciale delle donne democratiche e il Partito Democratico di Ravenna aderiscono alla mobilitazione nazionale del 10 novembre contro il Ddl Pillon promossa dall’associazione nazionale D.i.Re

La Conferenza provinciale delle donne democratiche e il Partito Democratico di Ravenna, così come Sinistra Italiana Ravenna, aderiscono alla mobilitazione nazionale del 10 novembre contro il Ddl Pillon promossa dall’associazione nazionale D.i.Re. “La norma rende più costoso il procedimento di separazione - spiegano - con lungaggini burocratiche e senza tutele per il coniuge più debole economicamente. L’obbligo di mediazione nei casi di violenza latente o non dichiarata costituisce un ostacolo nella prevenzione e nella lotta alla violenza contro le donne e alla violenza domestica. Riguardo al domicilio del minore non c’è valutazione sulle singole soggettività e si promuove una normativa fortemente segnata da aspetti patrimoniali degli adulti". "Tutto l’impianto del Ddl è in linea con l’impostazione reazionaria di questo Governo - aggiungono da Sinistra Italiana - e ha di fatto l’intento di riaffermare una concezione di famiglia autoritaria, dove le donne con fragilità economiche avranno grandi difficoltà a denunciare eventuali violenze domestiche".

Anche il Partito Democratico ha organizzato un incontro di mobilitazione contro il provvedimento che si terrà lunedì 12 novembre, alle ore 20.30, a Palazzo Vecchio in piazza della Libertà 4 a Bagnacavallo dove interverranno Manuela Liverani, avvocata esperta diritto di famiglia e tutela delle donne e dei minori; Eleonora Proni, sindaca di Bagnacavallo; Nadia Somma, counselor Demetra donne in aiuto; Valeria Valente, commissione giustizia Senato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd aderisce alla mobilitazione contro il "Ddl Pillon": se ne parla in un dibattito

RavennaToday è in caricamento