Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La Polizia perquisisce la casa del pusher e alla fine denuncia anche il padre

In seguito all’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di un uomo, gli agenti si sono recati all’abitazione di famiglia per procedere alla perquisizione domiciliare

Alla fine è finito nei guai anche il padre dell'arrestato. La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un 69enne residente a Russi, per il reato di omessa custodia di armi. In seguito all’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di un uomo, gli agenti delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura si sono recati all’abitazione di famiglia per procedere alla perquisizione domiciliare nei confronti dell’arrestato.

L’attività di verifica e controllo effettuata dai poliziotti, pur non avendo fatto emergere ulteriori violazioni da parte dell'arrestato, ha rilevato che il padre 69enne, regolare possessore di due doppiette calibro 12, aveva omesso di custodire i due fucili da caccia secondo le prescrizioni impostegli. I due fucili, infatti, anzichè essere riposti all’interno di un armadio che fosse ancorato al muro e dotato di idonea serratura, erano custoditi dietro a una porta della camera da letto, mentre le cartucce erano riposte dentro a un comodino. L’uomo è stato pertanto denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Ravenna per omessa custodia di armi, mentre i due fucili e le cartucce sono stati sequestrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polizia perquisisce la casa del pusher e alla fine denuncia anche il padre

RavennaToday è in caricamento