Ladro di elettronica al centro commerciale: è un ragazzo di 21 anni

I Carabinieri di Ravenna hanno arrestato sabato pomeriggio un ragazzo, con l’accusa di furto aggravato: si trovava presso il Centro Commerciale ESP di Ravenna, armato di tutto punto, per fare razzie tra gli scafali dell’elettronica.

I Carabinieri di Ravenna hanno arrestato sabato pomeriggio un ragazzo, con l’accusa di furto aggravato: si trovava presso il Centro Commerciale ESP di Ravenna, armato di tutto punto, per fare razzie tra gli scafali dell’elettronica. Si tratta di un volto noto, in particolar modo per i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile che soltanto una settimana fa avevano  ricevuto una segnalazione simile: il  giovane vanta un curriculum importante se si pensa che ha soltanto 21 anni di età. 

SENZA FISSA DIMORA, ALMENO SULLA CARTA - Il giovane, rumeno, è nullafacente e sulla carta senza fissa dimora. Il 21enne ha dichiarato infatti di dormire in stazione: ma le condizioni igieniche e l’abbigliamento con cui è stato arrestato, non proprie di un vagabondo, fanno pensare che il giovane possa trovare riparo in un’abitazione di Ravenna. Le indagini dei Carabinieri proseguiranno anche in questa direzione. La ricerca dell’abitazione è di fondamentale importanza per eseguire una perquisizione alla ricerca di bottini risultati delle precedenti scorribande; soltanto la scorsa settimana infatti, il giovane è stato segnalato e riconosciuto grazie alle telecamere, quale autore di diversi furti al negozio di ferramenta Obi di via Faentina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ARRESTO - Quando i Carabinieri sono intervenuti all’interno del Centro Commerciale, il rumeno aveva oltrepassato le casse senza pagare il materiale asportato: si trattava in particolare di una nota consolle videogioco, dei relativi DVD ed altro materiale informatico per un totale di refurtiva superiore ai mille euro. Il 21enne è stato notato mentre si aggirava con fare sospetto tra gli scaffali, munito di uno zaino che poi i militari hanno sequestrato, scoprendo che all’interno vi era un rivestimento schermato per evitare di attivare gli allarmi antitaccheggio. Fortunatamente i Carabinieri sono intervenuti in tempo per trarre in arresto il rumeno e restituire tutta la merce ai legittimi proprietari. Sono al vaglio i filmati di videosorveglianza, non potendo escludere che l’arrestato agisse con dei complici. Il giovane trattenuto in camera di sicurezza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato portato “in direttissimo” lunedì mattina, dove, a seguito della convalida dell’arresto, ha chiesto i termini a difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento