rotate-mobile
Cronaca

Le ragazze del Ravenna Women incontrano l'associazione che aiuta le persone con disabilità

"Siamo molto entusiasti di aver conosciuto una realtà così positiva e intraprendente, da cui le nostre giovani atlete possono solo che trarne grande esempio di disciplina e tenacia"

Lo sport ed il sociale hanno tanti punti in comune: entrambi rappresentano azioni concrete rivolte alla comunità. Questa volta, sul campo sportivo di Piangipane, il Ravenna Women, nell’ambito del progetto avviato insieme a “Podere La Berta”, ha accolto l’associazione “Marinando”, una bellissima realtà di volontariato che da anni si occupa di vela solidale.

Come ha raccontato il Presidente di “Marinando” Sante Ghirardi, “l’associazione è nata 13 anni fa con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita individuale e consentire il superamento dei limiti dati dalla disabilità, evitando l’emarginazione. Questa volontà è stata unita alla passione del mare e così l’associazione si caratterizza per lo svolgimento dell’attività sportiva di barca a vela, dove a bordo tutti sono partecipanti attivi nella gestione di uno spazio e di un obiettivo comune, e il rapporto con gli elementi naturali è diretto e inevitabile.”

Il Presidente ha sottolineato anche che “Marinando è l’unica realtà di barca a vela in Emilia Romagna che ha a disposizione barche adatte per accogliere persone con disabilità, cosa che ne fa un vanto per l’associazione ma di risvolto negativo per tutte le persone che non abitano nelle vicinanze. Altra particolarità di Marinando è la presenza di istruttori con disabilità e nella navigazione la guida della barca viene affidata ai portatori di handicap, mentre la presenza di persone normodotate è solo di supporto in caso di situazioni di difficoltà e imprevisto gravi. Nel 2021, in parallelo all’attività di volontariato, è nata la nuova Associazione Marinando 2.0 APS ASD: riconosciuta dal CONI e al cui interno si possono svolgere le competizioni con lo scopo di supportare la più storica Associazione Marinando Ravenna ODV. A questo riguardo si sottolinea che la barca a vela è uno dei pochi sport in cui normodotati e non gareggiano ancora insieme, quindi i risultati raggiunti dalla squadra restituiscono una soddisfazione ancora più forte.”

Inoltre, l’attività di barca a vela viene sempre più richiesta anche per attività di team building da parte delle aziende e così “Marinando” ha invitato le nostre leonesse a partecipare ad un’uscita in barca che speriamo di poter fare al più presto!

“Siamo molto entusiasti di aver conosciuto una realtà così positiva e intraprendente, da cui le nostre giovani atlete possono solo che trarne grande esempio di disciplina e tenacia, caratteristiche fondamentali in qualsiasi attività sportiva”, afferma il Presidente del Ravenna Women, Samuel Gasperoni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ragazze del Ravenna Women incontrano l'associazione che aiuta le persone con disabilità

RavennaToday è in caricamento