rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Faenza

Ospita un clandestino in un appartamento abusivo in cantina e morde i carabinieri: arrestato

Nella tarda serata di giovedì i carabinieri di Faenza hanno tratto in arresto per resistenza e lesioni personali aggravate a pubblico ufficiale un nigeriano di 32 anni residente in città. La vicenda ha avuto inizio dal controllo di un extracomunitario

Nella tarda serata di giovedì i carabinieri di Faenza hanno tratto in arresto per resistenza e lesioni personali aggravate a pubblico ufficiale un nigeriano di 32 anni residente in città. La vicenda ha avuto inizio dal controllo di un extracomunitario fermato dai carabinieri del nucleo radiomobile in prossimità di un parco pubblico, il quale, essendo irregolare sul territorio nazionale, ha dichiarato di essere soltanto “di passaggio” proveniente da Reggio Emilia e quindi di non avere un’abitazione a Faenza. In realtà la sua versione dei fatti è stata subito smentita dai controlli svolti dai carabinieri alla banca dati, dai quali è emerso che nell’anno 2013 era stato già controllato a Faenza ed in quell’occasione aveva indicato come suo indirizzo un’abitazione del centro in via Bubani.

Raggiunta quell’abitazione, i carabinieri hanno appurato che vi abitava da tempo un suo connazionale con la propria famiglia, pertanto hanno chiesto di entrare per effettuare delle verifiche. Ma all'avvio dei controlli il connazionale ha dato in escandescenze dando luogo ad una violenta reazione prima verbale e subito dopo fisica nei confronti dei militari operanti, tentando in tutti i modi di colpirli con calci e pugni. Addirittura durante le fasi di immobilizzazione, il nigeriano completamente fuori di sé ha morso un carabiniere ad una mano nel vano tentativo di liberarsi dalla sua presa, dopodichè è stato ammanettato.

Dalla perquisizione della sua abitazione, i carabinieri sono giunti ad una cantina al pianterreno nella disponibilità del nigeriano, dove sono entrati dopo aver recuperato una chiave astutamente nascosta sul telaio della porta di un’altra cantina di proprietà altrui. Appena entrati in quella che doveva essere una cantina, i carabinieri hanno accertato invece l’esistenza di una camera da letto perfettamente arredata, comunicante con altri due piccoli vani adiacenti adibiti a bagno e cucina completa di elettrodomestici. Nell’armadio accertavano che vi erano indumenti da uomo e numerose valigie fra cui alcuni documenti e varie fotografie del nigeriano clandestino che era stato fermato nel parco e che aveva raccontato di essere un forestiero di passaggio.

Sostanzialmente il 32enne nigeriano residente a quell’indirizzo aveva dato luogo a quella violenta reazione contro i carabinieri nel vano tentativo di impedire la scoperta di quell’alloggio abusivo realizzato al pianterreno ove ospitava un suo connazionale irregolare sul territorio nazionale. Dopo le cure ai carabinieri, il 32enne è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Questa mattina l’arresto è stato convalidato ed il processo rinviato per richiesta dei termini di difesa da parte del suo legale, dopodichè è stato rimesso in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospita un clandestino in un appartamento abusivo in cantina e morde i carabinieri: arrestato

RavennaToday è in caricamento