rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Cervia

Palazzina intitolata a Tiberio Muccioli, "precursore" del turismo cervese

Fu lui ad avere l’iniziativa della pubblicazione e diffusione, nel 1873, del primo manifesto pubblicitario con cui si promuove Cervia come meta di soggiorno estivo

La palazzina comunale in Piazza 25 aprile a Cervia è stata intitolata a Tiberio Muccioli. La cerimonia si è svolta venerdì alla presenza del sindaco Luca Coffari e del vicesindaco Gabriele Armuzzi. Queste le parole nella targa che l’amministrazione ha posto in suo ricordo: “Politico e filantropo. Sindaco di Cervia dal 1872 al 1878. Promotore della città di Cervia come luogo di vacanza per il turismo balneare e promotore dell’asilo per l'infanzia”.

"Ritengo sia giusto che luoghi e strutture significativi e di riferimento per la nostra comunità siano dedicati a figure che hanno segnato la storia di Cervia - commenta Coffari - Ringrazio in particolare il vicesindaco Gabriele Armuzzi che ha voluto fortemente questa intitolazione a ricordo di Tiberio Muccioli, uno dei sindaci e personaggi cervesi fra i più importanti della nostra città e del nostro turismo". "Tiberio Muccioli fu un sindaco lungimirante - aggiunge il vicesindaco - Basti pensare che fu lui ad avere l’iniziativa della pubblicazione e diffusione nel 1873 del primo manifesto pubblicitario con cui si promuove Cervia come meta di soggiorno estivo. Un precursore circa 150 anni fa della politica turistica, al quale va tutta la nostra riconoscenza".

Tiberio Muccioli (Cervia 25 ottobre 1816 - Castiglione di Cervia 17 ottobre 1884)

Avvocato, amministratore e filantropo. Secondogenito del commerciante Domenico e di Agata Berti, nasce a Cervia il 25 ottobre 1816. Si sposa non giovane intorno al 1860 con la coetanea Luigia Fortini, originaria di Loreto (MC). Muore senza figli a Castiglione di Cervia nell'ottobre 1884. Attivo sulla scena politica di Cervia almeno dal 1846, viene nuovamente eletto come consigliere comunale nella sessione elettorale del 16 luglio 1871 entrando a far parte della Giunta. Copre, come facente funzione, l'incarico di sindaco dal novembre 1871 al maggio 1872 per essere poi nominato sindaco a tutti gli effetti dal maggio 1872 al 1878. Due sono in particolare i frutti della sua attività di politico e filantropo. E' infatti dovuta alla sua iniziativa la pubblicazione e diffusione nel 1873, del primo manifesto pubblicitario con cui si promuove Cervia come meta di soggiorno estivo. La sua attenzione per i ceti medio-bassi è documentata dalla particolarità di questo testo che si rivolge esplicitamente al pubblico degli impiegati, operai e artigiani invitando testualmente “tutti i poveri, diseredati dalla fortuna … A tutti costoro Cervia offre una spiaggia eccellente…”. Conclusa la sua attività di sindaco, l’opera su cui si impegna maggiormente come consigliere comunale è l'istituzione dell’Asilo per l'infanzia di cui redige lo statuto, approvato dal Consiglio comunale nel settembre 1879. Il suo sostegno a questo istituto è consolidato dal testamento con cui Muccioli destina all’Asilo la proprietà del podere Bergamasca di Castiglione e i beni mobili già affidati all’Asilo durante la vita. Per volontà testamentaria inoltre l'istituto assume la denominazione di Asilo infantile S. Giuseppe. Nei primi anni l'asilo ha sede presso l'ex-convento francescano di S. Antonio per poi passare nel 1915 nella sua sede definitiva, nell'ala appositamente destinata dell'edificio delle scuole elementari. Attualmente i medesimi spazi sono utilizzati dalla Scuola materna statale Emilio Alessandrini.

Manifesto turistico di Tiberio Muccioli anno 1873-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzina intitolata a Tiberio Muccioli, "precursore" del turismo cervese

RavennaToday è in caricamento