Siglato il patto per la formazione tra l’Anbi Emilia Romagna e l’Ufficio Scolastico Regionale

Con la firma di venerdì i Consorzi di bonifica, forti delle esperienze educational ideate e diffuse da Anbi Emilia Romagna negli ultimi anni all’interno degli istituti della regione, entrano a far parte di un qualificato numero di soggetti individuati dalle istituzioni scolastiche

Collaborazione operativa su percorsi di formazione utili per comprendere a fondo il proprio territorio e le caratteristiche mutevoli dell’ambiente in cui si vive e riconoscimento dell’importanza fondamentale dell’alternanza scuola-lavoro per acquisire maggiori e qualificate competenze professionali aggiornate e opportunità favorevoli per inserirsi nel mondo del lavoro. L’Anbi Emilia Romagna (l’Associazione che unisce i Consorzi di bonifica regionali) e l’Ufficio Scolastico Regionale (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) con questi presupposti hanno sancito oggi a Ravenna un accordo del tutto nuovo e sperimentale che rappresenta per il sistema consortile e per quello scolastico un esempio unico in Italia alla base di un modello innovativo e replicabile anche ad altre aree.

Con la firma di venerdì i Consorzi di bonifica, forti delle esperienze educational ideate e diffuse da Anbi Emilia Romagna negli ultimi anni all’interno degli istituti della regione, entrano a far parte di un qualificato numero di soggetti individuati dalle istituzioni scolastiche per diffondere percorsi di apprendimento legati alla cura e alla salvaguardia del territorio. Le attività saranno rivolte agli studenti degli Istituti Tecnici, Professionali e Licei, in relazione agli indirizzi di studio e alle disponibilità dei Consorzi, con attenzione prioritaria verso gli Istituti Tecnici ad indirizzo Agrario, Agroalimentare e Agroindustriale e Costruzioni, Ambiente e Territorio e Istituti Professionali Settore Servizi per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini.

Oltre all’alternanza scuola-lavoro e ai periodi di stage nei Consorzi l’Ufficio Scolastico regionale ha apprezzato il progetto di Anbi Emilia Romagna e Canale Emiliano Romagnolo “Acqua e Territorio Lab” volto per lo più, attraverso il progetto Irrinet e i laboratori in aula, all’informazione capillare sulle azioni tecnologiche per il risparmio idrico in agricoltura. Il progetto guadagnerà un graduale e successivo ampliamento allargandosi anche ai docenti. L’intesa regionale - che ha avrà una durata iniziale di tre anni con eguale possibilità di rinnovo (2016-2019 ) - è stata presentata nell’Aula Magna dell’Istituto Tecnico di Agraria L.Perdisa a Ravenna alla presenza di circa 200 studenti. Ed è proprio da loro e dalla narrazione delle loro esperienze vissute nei Consorzi in questi anni che è arrivata la conferma della validità dell’iniziativa e delle prospettive della futura sinergia. Dopo i saluti del Consorzio di Bonifica della Romagna che ospitava l’evento e delle autorità locali i contenuti dell’accordo sono stati illustrati dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Giovanni Desco e dal presidente dell'Anbi Emilia Romagna Massimiliano Pederzoli che hanno espresso la loro soddisfazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’Usr aderisce con estrema convinzione al progetto elaborato con Anbi Emilia Romagna- ha rimarcato Desco - perché pienamente coerente con lo spirito della Legge 107/2015 che richiede una forte sinergia tra scuola e mondo del lavoro  nel progettare le esperienze a tutto vantaggio della qualità dell’offerta formativa”. Pederzoli ha sottolineato: “la reciprocità del valore dell’accordo che poggia su basi solide di azioni comuni già sperimentate negli ultimi anni, una intesa a vantaggio di tutti i soggetti interessati in un contesto in cui scuola, studio specifico del territorio e mondo del lavoro diventano un tutt’uno inscindibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento