Prima campanella: il ritorno a scuola degli studenti tra mascherine e distanziamenti

Il sindaco: "Il distanziamento fisico non può essere distanziamento sociale, la vita insieme è qualcosa che dobbiamo riconquistare e difendere perchè è una delle cosa più belle della nostra vita"

Lunedì 14 settembre: è il giorno del ritorno sui banchi. Un giorno speciale per tantissimi bambini e ragazzi in tutta Italia. Sembra passato un secolo da quel 22 febbraio, quando per l'ultima volta le classi hanno ospitato professori e studenti prima dell'esplosione della pandemia da Coronavirus. L'emergenza sanitaria non è certo finita, ma la ripresa delle lezioni a scuola è il segnale verso il tanto sospirato ritorno alla normalità.

Lunedì in dodici regioni più la provincia di Trento 5,6 milioni di studenti (su 8,3 totali) tornano a sentire il suono della campanella, che sancirà l'inizio dell'anno scolastico più difficile perché banco di prova per l'emergenza Coronavirus. Lo sa bene il premier Giuseppe Conte che senza giri di parole, in una diretta Facebook, ha riconosciuto che "ci saranno difficoltà, disagi, soprattutto all'inizio".

"Un grande in bocca al lupo ai ragazzi e alle ragazze per l'inizio del nuovo anno scolastico! - commenta il sindaco Michele de Pascale - Lo scorso anno scolastico è stato straordinario e difficile, la scuola bloccata, la didattica a distanza, il lockdown. Siete stati messi davanti ad una prova difficilissima, che avete affrontato con grandissimo senso di responsabilità. Ora dobbiamo ripartire con la scuola, lo sport e la vita sociale con grande attenzione alle regole. Ma il distanziamento fisico non può essere distanziamento sociale, la vita insieme è qualcosa che dobbiamo riconquistare e difendere perchè è una delle cosa più belle della nostra vita".

"Una bella prova di comunità. Non è stato banale e non è stato semplice. Ci siamo arrivati di corsa, forse si sarebbe dovuto, a livello nazionale, partire persino un po' prima, però siamo qui e a noi piace, più che le chiacchiere rivolte al passato, provare a vincere la sfida dei prossimi giorni e dei prossimi mesi di questo nuovo anno scolastico". Lo ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che a Bologna, lunedì mattina, ha salutato gli studenti per il loro primo giorno di scuola in Fiera. "Speriamo che vada tutto per il meglio - continua Bonaccini - sapendo che qualche quota di rischio dovevamo prendercela".

"Lunedì con la preside abbiamo augurato un buin anno scolastico a tutti i nostri alunni, insegnanti e personale Ata - aggiunge il sindaco di Conselice Paola Pula - Tutto si é  svolto abbastanza bene e ordinatamente e ringrazio i genitori che hanno istruito i figli su come andare e stare a scuola. Ci sono ancora delle cose da sistemare e man mano che arrivano le segnalazioni provvederemo. Voglio ringraziare, oltre alla Polizia Municipale e agli Assistenti Civici, anche il Centro Erica e il Caffè delle Ragazze per l'aiuto come volontari e tutti i volontari che si sono resi disponibili a dare una mano per la viabilità e gli accessi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lunedì mattina sopralluoghi alle scuole per verificare gli ultimi dettagli prima della riapertura del 14 settembre. Tutto a posto? Tutto perfetto? Sicuramente no, ma lo sforzo messo in campo in queste frenetiche settimane dal personale della scuola e da tutto il nostro ufficio tecnico è stato davvero encomiabile - spiega il sindaco di Cotignola Luca Piovaccari - Più di così non si poteva umanamente fare e non posso che ringraziare tutti per la generosità e la disponibilità dimostrate. Adesso serve l’aiuto di tutti, soprattutto delle famiglie, per ricominciare a vivere le nostre scuole assumendoci tutti il nostro pezzo di responsabilità. Sono sicuro che ognuno farà la sua parte. Non mi resta che fare ai nostri bambini e ragazzi i migliori auguri per questo nuovo anno scolastico, che possano viverlo al meglio con serenità, condividendo tanti bei momenti insieme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento