Cronaca

Quota 100, a Ravenna 371 domande. La Lega: "Risultato molto positivo"

La Quota 100 è un meccanismo che consente ai lavoratori di andare in pensione anticipatamente quando la somma dell'età anagrafica e quella degli anni di contributi versati equivale a 100

"Un dato estremamente positivo. Quota 100 in Emilia-Romagna ha ottenuto 4.618 adesioni. Un risultato di tutto rispetto che va di pari passo con il dato nazionale di circa 70.000 adesioni". Lo affermano i parlamentari Jacopo Morrone, segretario nazionale della Lega Romagna, e Gianluca Vinci, segretario nazionale dell'Emilia, che riportano i dati per provincia aggiornati al 26 febbraio, prima quelli della Romagna e poi quelli dell'Emilia. 

A Forlì-Cesena sono state presentate 488 domande, a Ravenna 371, a Rimini 358, a Bologna 1.101, a Ferrara 380, a Modena 743, a Parma 420, a Piacenza 219 e a Reggio Emilia 538. "Si tratta di un altro traguardo raggiunto da questo Governo. Non promesse ma fatti. Chi ha il diritto di accedere a questa opzione può farlo, lasciando spazio a nuove assunzioni", scrivono Morrone e Vinci. 

La Quota 100 è un meccanismo che consente ai lavoratori di andare in pensione anticipatamente quando la somma dell'età anagrafica e quella degli anni di contributi versati equivale a 100. Il requisito minimo sono i 62 anni di età e di conseguenza i 38 anni di contributi, con quest'ultimo che rimane fermo anche per i contribuenti con età superiore. Per questo motivo, per i lavoratori con 63, 64, 65 e 66 anni si parlerà di Quota 101, 102, 103 e 104. Il discorso cambia per chi raggiunge i 67 anni, che potrà uscire dal lavoro con le vecchie regole, accumulando il requisito minimo di 20 anni di contributi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quota 100, a Ravenna 371 domande. La Lega: "Risultato molto positivo"

RavennaToday è in caricamento