Cronaca Russi / Casevento

Si presenta dai Carabinieri: "C'è un cadavere nel pozzo". Allarme infondato

Della vicenda è stato informato il pubblico ministero Stefano Stargiotti. La donna in particolare ha spiegato di aver saputo circa quattro anni fa di un corpo gettato in quel pozzo

Si è presentata al comando provinciale dei Carabinieri di Ravenna per rivelare un inquietante segreto: la presenza di un cadavere in un pozzo. A mobilitare gli uomini dell'Arma del Reparto Operativo ed i sommozzatori dei Vigili del Fuoco del comando di Bologna una cinquantenne. Le ricerche hanno interessato un casolare in via Casevento, nelle campagne di Russi. Della vicenda è stato informato il pubblico ministero Stefano Stargiotti.

La donna in particolare ha spiegato di aver saputo circa quattro anni fa di un corpo gettato in quel pozzo. Dopo ore di ricerche del presunto cadavere, di cui è ignota l'identità, nessuna traccia. Gli inquirenti sono tornati sul posto mercoledì mattina per ulteriori accertamenti. Il pozzo, profondo circa 7 metri (5 dei quali con acqua), è stato ispezionato con una telecamera.

Ma non è emerso nulla. Anche dall'immersione del personale del 115, che ha scandagliato il fondale ricco di melma, non sono emersi resti umani, ma solo ramaglie. La segnalazione e' stata dunque ritenuta priva di fondamento e di conseguenza le ricerche sono state chiuse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta dai Carabinieri: "C'è un cadavere nel pozzo". Allarme infondato

RavennaToday è in caricamento