rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Spaccata al bar: il giudice conferma il carcere per la banda di criminali

Le misure cautelari erano state disposte dal giudice per le indagini preliminari di Bologna che però si era dichiarato incompetente, in quanto il reato era stato materialmente compiuto a Ravenna

Il giudice per le indagini preliminari di Ravenna, Rossella Materia, ha confermato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice di Bologna lo scorso 13 febbraio, in occasione della convalida degli arresti in flagranza effettuati dai Carabinieri di Sacile e di Fontanafredda (Pordenone) nei confronti tre cittadini moldavi, facenti parte di una banda dedita a furti e razzie nel Nord Italia. Il terzetto ( accusato di furto aggravato e ricettazione in concorso) avevano fatto visita al "Bar Claudia".

LA SPACCATA - A Ravenna l’obiettivo individuato era il “Bar Claudia” in frazione Sant’Antonio. Dopo aver rubato un furgone cassonato Mercedes, hanno sradicato l’inferriata della finestra posta sul lato dell’edificio, portando all’esterno tre slot ed un cambia monete che hanno caricato sul veicolo. L’intervento congiunto dei carabinieri di Sacile e di Ravenna ha interrotto l’azione criminale, ma i malviventi hanno abbandonato furgone e refurtiva (alcune migliaia di euro il contenuto di cambia monete e slot machine) dileguandosi nei campi.

continua nella pagina successiva ===> LA FUGA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccata al bar: il giudice conferma il carcere per la banda di criminali

RavennaToday è in caricamento