"Matrigna drogata e stuprata", poi le minacce di mostrare le foto al padre: arrestato

E' accusato di avere violentato per mesi la moglie del padre, servendosi di un farmaco per stordirla e minacciandola di mostrare al genitore immagini compromettenti

E' accusato di avere violentato per mesi la moglie del padre, servendosi di un farmaco per stordirla e minacciandola di mostrare al genitore immagini compromettenti. Per questo un giovane di origine magrebina sabato è stato fermato in aeroporto a Bologna mentre - come riportato dai quotidiani locali - stava per tornare nella città dove abita, a Lugo.

Il fermo, disposto dai Pm ravennati Alessandro Mancini e Antonio Vincenzo Bartolozzi, è scattato per pericolo di fuga alla luce delle dichiarazioni della donna, ritenute plausibili, su presunti abusi che sarebbero andati avanti dal novembre 2018 al luglio scorso. Dichiarazioni corroborate anche da quanto riferito dal padre del giovane, a partire dalle sue lunghe assenze da casa che avrebbero lasciato campo libero al ragazzo. L'uomo ha anche detto di essere in un'occasione caduto dalle scale per via della somministrazione di un farmaco, forse da parte del figlio, che gli aveva sdoppiato la vista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Tommaso Sintini, ex pallavolista e veterinario: "Una bontà fuori dal comune"

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Gruppo multato sul Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto, continueremo a incontrarci"

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Parrucchieri, estetisti, gommisti fuori dal proprio Comune: si possono raggiungere?

Torna su
RavennaToday è in caricamento