Giovedì, 28 Ottobre 2021
Economia

Infortunio mortale al porto di Ravenna, la protesta dei lavoratori - FOTO

Erano circa le 10 di sabato mattina quando una settantina di lavoratori del porto di Ravenna si sono dati appuntamento nei pressi della sede della Compagnia Portuale di Ravenna per protestare dopo l’ennesimo infortunio mortale

Erano circa le 10 di sabato mattina quando una settantina di lavoratori del porto di Ravenna si sono dati appuntamento nei pressi della sede della Compagnia Portuale di Ravenna per protestare dopo l’ennesimo infortunio mortale sul lavoro avvenuto al terminal Setramar. Gli operatori hanno incrociato le braccia di fronte ad un eloquente striscione, per circa un’ora e mezza, chiedendo maggiore formazione sulla sicurezza per tutti coloro che operano all’interno del porto bizantino.

“Al di là della dinamica dell’ultimo infortunio mortale - avevano detto in una nota unitaria i sindacati - che saranno le indagini in corso a chiarire, denunciamo per l’ennesima volta e non ci stancheremo mai di ribadirlo, che la cultura della prevenzione non è mai sufficiente in situazioni ad altissimo rischio, così come anche definito dalle normative vigenti”.

“A trent’anni dal tragico anniversario della Mecnavi, recentemente celebrato, è utile ribadire che ciò che si spende per la prevenzione, in qualsiasi attività lavorativa nel porto, è da considerarsi quale investimento fondamentale ed indispensabile al fine di prevenire le tragiche conseguenze che siamo oggi a testimoniare” avevano detto Cgil, Cisl e Uil.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio mortale al porto di Ravenna, la protesta dei lavoratori - FOTO

RavennaToday è in caricamento