Casola Valsenio, installazioni artistiche al mercatino serale delle erbe

Un evento inedito per Casola Valsenio ha caratterizzato l’inizio delle manifestazioni estive dei “Mercatini serali delle erbe”, quest’anno giunti alla loro trentesima edizione

 

Un evento inedito per Casola Valsenio ha caratterizzato l’inizio delle manifestazioni estive dei “Mercatini serali delle erbe”, quest’anno giunti alla loro trentesima edizione. Si tratta di una iniziativa pensata per valorizzare un antico vicolo del borgo storico dell’ormai noto “Paese delle erbe” , promossa dal gruppo “Percorsi accademici di scultura”,  un cenacolo di artisti e manipolatori di argille guidato dal maestro e scultore ceramista faentino Guido Mariani.
 
Vicolo delle Rimesse, così si chiama lo stretto corridoio che si insinua fra le case che fronteggiano via Matteotti, collegando questa antica ed un tempo unica strada casolana che attraversava tutto il paese,  con via Fondazza che sino alla metà dell’800 segnava il confine fra il borgo storico e la zona agricola retrostante, occupata dagli orti delle famiglie più in vista del paese.
 
E’ questo il vicolo e lo spazio in cui Mariani ed i suoi allievi hanno deciso di cimentarsi in una performance creativa, con una serie di installazioni di opere in ceramica, contestualizzate al particolare ambiente ed atte a risvegliare, come da un sogno, le atmosfere, i personaggi e le vicende il cui ricordo aleggia ancora nell’angusto passaggio che si apre fra i muri di sasso di fiume con cui sono costruite le case che lo costeggiano.
 
Un evento pensato da tempo e costruito con cura e passione che venerdì 1 Luglio ha preso definitivamente forma, introdotto felicemente da una improvvisazione teatrale animata da un gruppo di giovanissimi attori, laureati della “Link Academy” di Roma – ( Jessifer Adino, Sara Borghi, Alessandro Marano, Pierfranco Scannavino, giudati da Virginia Bassura) - che ha fatto da traino e coinvolto emotivamente i numerosi spettatori presenti all’inaugurazione.
 
Dodici i manipolatori di argilla autori delle altrettanto artistiche ed originali installazioni:
Guido Mariani con l’opera “Aquilone mon amour” – la casolana Nicoletta Cavallari con  “Fra Bastiano” – il faentino Gian Tomaso Vassura con “Donna Vento” – il forlivese Rino Vaienti con “Guarda le farfalle” – la faentina Donatella Tassinari con “Le ruote di mio nonno” – La Faentina Elena Lucchi con “Aiuto mi toccano” – l’imolese Elena Modelli con “Sogni nel palloncino” – la vignolese Tiziana Grandi con “Il bambino bugiardo” - la frosinate Rita Turriziani Colonna con “Salvate le penne” - la napoletana Dea Galante con “Chi ha visto la mia chiave? “ – la faentina Manuele Gambetti con “In direzione ostinata e contraria” – ed infine la faentina Giuliana Reggi con “ La dea Ritrovata”. 
 
L’inaugurazione presenziata dal sindaco Nicola Iseppi, dall’assessore alle attività culturali Maurizio Nati, si è aperta con una breve prolusione letta dal maestro Guido Mariani con la quale è stato messo in evidenza l’intento del suo gruppo di artisti  di esprimere, con un fare manuale, la polivalenza di una forma espressiva che – anche con l’innesto di altre forme artistiche, come la recitazione dei giovani della Link Academy -  susciti sogni, risvegli memorie, induca sensazioni e stimoli sentimenti, rievocando con la forza della fantasia le suggestioni e le anime nascoste di un luogo a lungo ed intensamente vissuto. 
L’installazione di Vicolo delle Rimesse sarà visitabile nelle serate di tutti i venerdì  di Luglio e Agosto ed il sabato 16 Luglio in occasione del festeggiamento del trentennale del “Mercatino delle Erbe”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento