rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Eventi

Cerimonie, mostre e spettacoli per dire 'no' alla violenza sulle donne: le iniziative nel territorio Ravennate

Manifestazioni in piazza, musica, sculture, raccolte fondi e momenti di riflessione. In tutta la provincia di Ravenna sono in programma grandi iniziative contro l'odio e la violenza di genere

Musica, cerimonie di piazza, libri, esposizioni artistiche e altri importanti iniziative sono in programma in tutta la provincia di Ravenna per celebrare la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. La giornata è legata alla data del 25 novembre, ma sono tanti gli eventi di riflessione che anticipano e seguono questo momento, per ricordare che l'odio e la violenza di genere vanno combattuti ogni giorno da ognuno di noi. Sul territorio ravennate arrivano anche quest'anno toccanti spettacoli e manifestazioni che cercano di sensibilizzare tutti i cittadini sull'importanza di questo tema che ci tocca più da vicino di quanto non pensiamo.

Manifestazioni

Giovedì 25 novembre alle ore 18.00 il Centro Antiviolenza SOS Donna metterà in Piazza Rampi a Faenza il 3° fiore, un giglio selvatico, sulla scultura in ricordo delle vittime di femminicidio nel territorio dell’Unione della Romagna Faentina e di quello circostante, realizzata con il contributo dell’UDI di Ravenna nell’ambito della “Staffetta Nazionale contro la violenza alle donne”. Quest’anno, purtroppo, verrà installato un nuovo giglio in memoria di Ilenia Fabbri. Il giglio selvatico è stato realizzato dal mastro fabbro Alvaro Ricci Lucchi e decorato dalla mosaicista Barbara Liverani. Interverranno: Milena Barzaglia, Assessora alle Politiche e Cultura di Genere del Comune di Faenza e Antonella Oriani, Presidente dell’Associazione SOS Donna.

Giovedì 25, alle 20, da piazza della Libertà a Bagnacavallo partirà la Camminata in rosso per le vie del centro storico contro la violenza sulle donne. L’iniziativa, promossa dal coordinamento degli assessorati alle Pari Opportunità in contemporanea nei comuni dell’Unione della Bassa Romagna, è in collaborazione con Associazione musicale Doremi, Gruppo di Lettura della Biblioteca Taroni, Spi-Cgil e Anpi. In caso di maltempo l’evento si terrà in misura ridotta sotto il portico del Comune. Inoltre, la statua Fanciulla con le trecce di Venanzo Crocetti, ai piedi della Torre civica di Bagnacavallo, verrà illuminata di rosso.

Il 25 novembre A Casola Valsenio si svolgerà l’evento finale del mese dedicato alle donne "Luce nel buio". I Creativi Sopra la Media, in collaborazione con l'Assessorato Politiche di Genere, allestiranno in Piazza 25 novembre un ricordo per ogni vittima di femminicidio dell'anno 2020. Dalle 20.00 alle 21.00 i partecipanti accenderanno una candela per ogni vittima.

Giovedi 25 novembre alle 20 a Massa Lombarda verrà inaugurata la nuova Panchina Rossa realizzata dall’artista bolognese Benedetta Jandolo e collocata nel giardino antistante il Centro Culturale Venturini. L’artista è conosciuta in Italia e all’estero grazie alle numerose opere proposte alle mostre pubbliche e private. A seguire si terrà il reading poetico di Rossella Renzi. Al termine di queste due iniziative, partirà la camminata in Rosso. La camminata, con partenza dal centro Culturale Venturini, proseguirà lungo Corso Vittorio Veneto per raggiungere piazza Matteotti dove sarà inaugurato lo striscione dedicato all’emancipazione femminile realizzato dall’artista Laura Bernardi. Lo striscione è già presente e visibile sulla facciata del Municipio. Alle 20,30 in piazza Matteotti, la cantante Roberta Montanari si esibirà affiancata dal chitarrista Andrea Morelli. La lughese è stata corista nei tour internazionale di artisti del calibro di Elisa, Cesare Cremonini e Marco Mengoni. Durante la serata si chiede di portare con sé un indumento o un accessorio di colore rosso.

Giovedì sera, alle 20 ci sarà la camminata in rosso simultanea in tutti i Comuni della Bassa Romagna: una marcia per dire no alla violenza di genere e ricordare le vittime del femminicidio. Ai partecipanti è richiesto simbolicamente un indumento o accessorio rosso. I gruppi di cammino partiranno in tutti i Comuni e alcune frazioni: ad Alfonsine in piazza Monti, a Bagnacavallo in piazza della Libertà, a Bagnara di Romagna in piazza Marconi, a Conselice: piazzetta Guareschi, a Cotignola presso la biblioteca Luigi Varoli, a Barbiano in piazza Alberico, a Fusignano al parco Piancastelli, a Lugo presso il monumento di Baracca, a Massa Lombarda presso il centro culturale Carlo Venturini, a Sant’Agata sul Santerno in piazza Garibaldi.

Giovedì parte alle 19.45 la tradizionale Camminata in rosso a Bagnara di Romagna, con ritrovo davanti al municipio e arrivo alla Rocca sforzesca, dove alle 21 si terrà un incontro curato e condotto dalla storica ed esperta di cinema Lisa Emiliani, dal titolo "Wonder Women. Il ruolo delle eroine come simbolo della difesa dei diritti delle donne".

Giovedì a Cotignola la Camminata in Rosso partirà alle 20 dalla biblioteca comunale, in corso Sforza 24, e si farà tappa al parco Bacchettoni. Accanto alla panchina rossa inaugurata nel 2019 si terrà un breve momento di letture a cura delle classi terze della scuola media "Luigi Varoli" e musica con la voce del soprano cotignolese Annarita Venieri. A Barbiano invece la camminata prenderà il via da piazza Alberico, sempre alle 20, e percorrendo le vie del centro raggiungerà la piazzetta dell’ex acquedotto per l’inaugurazione della nuova panchina rossa contro la violenza sulle donne. Le associazioni Atman tango e Formazione danze Romagna accompagneranno con musica e danze le letture, a cura delle classi terze della scuola media Varoli, e il momento inaugurale.

Giovedì tante iniziative a Lugo. Alle ore 16 al parco del Loto: deposizione di un mazzo di fiori in ricordo delle vittime di femminicidio presso il monumento contro i femminicidi presso il Parco del Loto alla presenza delle autorità. A seguire, il contributo della giornalista scrittrice Carla Baroncelli. Alle 17.30 alla Biblioteca Fabrizio Trisi "Anche le parole contano", letture sul tema della violenza con accompagnamento musicale dal vivo, per sottolineare l’importanza della riflessione scritta e della narrazione anche per un tema così scottante, a cura dell’associazione culturale “ViviAmo le Parole”, con un’introduzione dell’associazione Demetra. Dalle 18.00 alle 23.00, il Monumento di Baracca sarà illuminato di rosso e da lì alle 20 parte la Camminata in rosso.

Sabato 27 novembre, alle 10.30, dalla sede di CittAttiva in via Carducci 14 un corteo di uomini sfilerà per il centro di Ravenna e raggiungerà alle 11 piazza del Popolo per dire No alla violenza sulle donne. L’iniziativa, organizzata dall’associazione Femminile Maschile Plurale Aps, rientra all’interno della rassegna “Una città per relazioni”.

Alle 18.30 di sabato 27 novembre il Palazzetto dello Sport “Egisto Zattoni” di Bagnacavallo sarà sede di una manifestazione sportiva a cura di Fulgur Pallavolo e di Spi-Cgil dal titolo Lo sport contro la violenza sulle donne.

Concerti, incontri spettacoli e proiezioni

Mercoledì 24 novembre alle ore 20:30, presso il centro sociale di Pisignano Cannuzzo, in via Zavattina, l'associazione Francesca Fontana, in collaborazione con Linea Rosa Ravenna, ospita l’autrice Maria Dell’Anno con due dei suoi libri "Troppo giusto quindi sbagliato" e "Parole e Pregiudizi". Sarà intervistata dalla giornalista Sabrina Sgalaberna. Saranno presenti volontarie e la presidente di Linea Rosa Alessandra Bagnara, e la referente per il comune di Cervia Valentina Barducci. All’inizio della serata, con l’artista mosaicista Barbara Liverani, sarà collocata una mattonella con un giglio simbolo di “Cervia città amica delle donne” alla presenza dell’assessore alla pari opportunità Michela Brunelli e alla presidente e volontarie di Linea Rosa Ravenna.

Mercoledì 24, alle 20.30 al circolo Le Dune di Campiano, si tiene l'incontro "Donne di ieri e donne di oggi", una serata in ricordo delle vittime di femminicidio e di violenze di genere, con la proiezione di un corto del Regista Daniel Mercatali. Condurrà la serata Daniele Perini.

A Villa Verlicchi di Lavezzola, mercoledì 24 novembre alle ore 20,30, nei locali di DART, Renato Gadda presenta il suo libro “Sfumature di rosa”, racconti di violenza sulle donne scritti con empatia da un uomo.

Mercoledì 24 novembre, alle ore 20.30 presso la Sala Polivalente di Brisighella (Viale Giovanni Pascoli 1) sarà proiettato il film drammatico “Osama” (2003, Siddiq Barmak). La pellicola, vincitrice del Golden Globe come miglior film straniero, è stata realizzata interamente in Afghanistan dopo la caduta del regime talebano e racconta la storia di una dodicenne afgana – Maria - che, costretta dalle circostanze, vestirà da maschio e diventerà “Osama” per sopravvivere al regime dei Talebani. Quest’opera cinematografica coraggiosa denuncia i soprusi della dittatura, soprattutto nei confronti dei più deboli: donne e bambini.

Giovedì 25 novembre alle ore 21.30, presso il Piccadilly Club (Via Cavour 11 - Faenza) il MEI presenta La Musica al Femminile con l’Onda rosa indipendente: cantautrici, cantanti, Dj e tanto altro al Femminile Plurale. Si esibiranno: Marzia Stano, Margò, Melga, Euski con Roma Amor, Eleonora Stradaioli, Laura B, Le Nora, Vittoria Iannacone e Giulia Malavasi. La cantautrice Roberta Giallo presenta invece il libro Web Love Story. Ingresso a offerta libera, il cui ricavato verrà devoluto al Centro Antiviolenza SOS Donna di Faenza.

Giovedì 25, alle 21 nella sala di Palazzo Vecchio a Bagnacavallo si potrà assistere alla proiezione del film Diamante Nero di Céline Sciamma, a cura di Filmeeting, Comunicando, Cinecircolo Fuoriquadro e Associazione Amici di Neresheim.

Giovedì 25 novembre alle ore 20.30 al Teatro Binario di Cotignola LaCorelli e il suo Ensemble Tempo Primo portano in scena "Excuse me while I disappear", nato da una collaborazione tra la coreografa Elisa Pagani e la compositrice Alicia Galli, che per l'occasione tornerà a dirigere l'ensemble orchestrale con cui vanta anni di preziosa collaborazione artistica.  Ispirato alle immagini del film "Zen sul ghiaccio sottile" del 2018 (regia di Margherita Ferri, musiche di Alicia Galli, distribuito da Cinecittà Luce e candidato ai Nastri d'Argento) lo spettacolo è una riflessione sul concetto di prossimità e sulla fisica dell'attrazione e della repulsione, ed esplora il tema del contatto in un contesto di discriminazione di genere in età scolare. La protagonista di questa storia deve fare i conti con il gioco di prossimità e distanze che la comunità stessa impone sui rapporti, le relazioni, le speranze nella fase della vita in cui si forgiano le forme di un futuro possibile.Ingresso intero: € 5; Ingresso ridotto under-25 € 2; Disabili e accompagnatori: ingresso gratuito direttamente in cassa.

Venerdì 26 novembre, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, si svolgerà a Ravenna presso la Casa Matha, il seminario di presentazione della recente pubblicazione " Il referto psicologico nel contrasto alla violenza di genere" , frutto della collaborazione fra diversi professionisti che da anni operano  nel contesto sanitario e sociale alla realizzazione di azioni di intercettazione ed assistenza alle vittime.

Venerdì 26 novembre alle 20.30 al Teatro San Giuseppe di Faenza si tiene lo spettacolo "Nemmeno con un fiore. Il prezzo dell'amore", ispirato alla storia vera di una vittima di tratta e di femminicidio.

Venerdì 26 novembre alle 18.30, nella palestra della scuola media "Luigi Varoli", in via Alighieri 8, Ahimsa con Miss Peacock contro la violenza sulle donne. Ahimsa, termine sanscrito, indica la non violenza e il rispetto di ogni forma di vita: una pratica yoga il cui ricavato andrà devoluto al centro antiviolenza Demetra - Donne i aiuto. Accesso con green pass. La giornata del 26 novembre si concluderà alle 20.30 al teatro Binario, in viale Vassura 20, con lo spettacolo Pezzi di vetro della compagnia “Grandi Manovre” di Forlì, per la regia di Loretta Giovannetti. Un evento sociale per testimoniare contro ogni forma di violenza sulle donne a cura di Spi-Cgil e Demetra. Ingresso a offerta libera, il ricavato andrà a sostegno di Demetra.

Lunedì 29 novembre il ridotto del Teatro Alighieri di Ravenna ospita l'incontro "Spose bambine, matrimoni forzati e diritti negati": saluti dell'assessora Federica Moschini, introduzione di Sonia Lama e dialogo con Federica Ferruzzi, Martina Castigliani, Tiziana Dal Prà e Monica Miserocchi. Durante l'appuntamento anche la proiezione del video "Nascere femmine: le storie di AIsha, Nadia, Mageda e di tutte le altre".

Iniziative 

A Casola Valsenio nella settimana del 25  novembre partirà la "Raccolta fondi casa rifugio", per allestire una nuova casa rifugio di SOS Donna. Con i soldi donati verranno acquistati piccoli elettrodomestici, pentole, ecc. Dal 22 al 27 novembre in vari negozi di Casola si potranno trovare salvadanai a forma di casetta dove ognuno potrà inserire il proprio contributo. Chi farà una offerta potrà ritirare un gadget creato dall’associazione Creativi Sopra la Media.

Da domenica 21 a sabato 27 novembre presso il portico del Comune di Bagnacavallo, la Panchina rossa in memoria delle vittime della violenza di genere accoglierà le riflessioni che le cittadine e i cittadini vorranno lasciare nella scatola dei pensieri. Le riflessioni lasciate saranno lette durante la Camminata in rosso di giovedì 25. Una bibliografia sul tema verrà proposta dalla Biblioteca Comunale “Taroni”.

In tutti i Comuni della Bassa Romagna prosegue inoltre l'installazione di panchine artistiche per sensibilizzare le comunità contro la violenza di genere. Sono sette le nuove panchine rosse che verranno inaugurate quest’anno: ad Alfonsine in via Mameli 24 (giovedì 25 novembre alle 20), a Barbiano nella piazzetta dell'ex acquedotto (giovedì 25 novembre alle 20), a Conselice in piazzetta Guareschi (domenica 21 novembre alle 14.30), nella casa residenza per anziani "Sassoli" di Lugo (venerdì 26 novembre alle 10), a Massa Lombarda presso il centro "Carlo Venturini" (giovedì 25 novembre alle 20), a San Bernardino al parco Savorini (giovedì 25 novembre alle 10.30), a San Lorenzo in piazza 8 marzo (domenica 28 novembre alle 11.30). In tutto, diventano trentadue le panchine installate nei nove Comuni del territorio.

Mostre e visite

In occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza alle Donne, l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cervia ha allestito nella sala Rubicone in via Evangelisti, la mostra fotografica “La parola che cura”, visitabile dal 13 al 28 novembre (giovedì e venerdì dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.30).

Giovedì 25 novembre, alle 9.30, alla ghiacciaia della Rocca di Lugo si tiene l'inaugurazione della mostra degli elaborati realizzati dagli studenti delle classi seconda e terza della scuola media Gherardi.

Nelle sale del centro Culturale Venturini di Massa Lombarda continua fino a sabato 27 novembre la mostra Never More che comprende opere di 42 artisti italiani e stranieri, accomunati dalla volontà di esprimere il dissenso al fenomeno della violenza di genere.

Sabato 27 novembre e sabato 4 dicembre alle ore 16.00, presso il Museo Internazionale delle Ceramiche (Viale Alfredo Baccarini 19 - Faenza) avranno luogo le visite guidate a Gioia di Ber, la nuova mostra allestita negli spazi del MIC e dedicata al versatore di vino e acqua, dal banchetto romano al design moderno. Una lettura particolare verrà dedicata per questa occasione alla tematica femminile, a partire dalla raffigurazione della donna nell’antichità classica, alla produzione rinascimentale del vasellame amatorio, passando per il ruolo della donna nella tradizione popolare e, infine, la creatività del design femminile di note autrici come Antonia Campi e Elena Salmistraro. Durante l’evento è previsto l’intervento delle volontarie dell’Associazione SOS Donna e dell’Assessora alle Politiche e Cultura di Genere del comune di Faenza. Il costo per la visita è di € 5,00; per partecipare è necessaria la prenotazione (massimo 35 posti) al numero 0546 697311.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonie, mostre e spettacoli per dire 'no' alla violenza sulle donne: le iniziative nel territorio Ravennate

RavennaToday è in caricamento