menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concerti e incontri per l'anniversario rossiniano: tante iniziative a Lugo

Dalla cena a casa Rossini alla messa solenne, fino al libro che racconta le donne del compositore. Tante occasioni in vista del 150esimo anniversario della morte

Entrano nel vivo le celebrazioni per il 150esimo anniversario della morte di Gioachino Rossini, avvenuta il 13 novembre 1868. Nella settimana in cui ricade l’anniversario della scomparsa del celebre compositore, strettamente legato a Lugo, sono in programma in città diverse iniziative culturali e conviviali.

“Il 2018 per Lugo è stato un anno estremamente importante, in cui abbiamo voluto ricordare il nostro illustre concittadino – ha dichiarato l’assessora alla Cultura Anna Giulia Gallegati -. Un anno, quello Rossiniano, in cui abbiamo coinvolto tutto il mondo culturale e artistico lughese, senza dimenticare il prezioso contributo portato dalle associazioni e dalle realtà economiche cittadine. In questi mesi si sono alternate iniziative pensate per tutti, dai laboratori per bambini in biblioteca al Rossini Summer Fest di quest’estate a cui hanno assistito migliaia di cittadini. Nelle numerose iniziative che si alterneranno in questi giorni, per ricordare il grande Maestro, proseguiremo in quello che è sempre stato il nostro obiettivo quest’anno, ovvero valorizzare non solo la figura di Rossini in quanto celebre compositore, ma sottolineare anche il suo aspetto umano cercando di valorizzare assieme ad esso la città di Lugo”. 

Sabato 10 novembre alle 21 nel Teatro Rossini il coro “Casa della Carità” si esibirà in omaggio a Rossini con un concerto dal titolo “Rossini tra sacro e profano”. Nel corso della serata brani della “Petite Messe solennelle” si alterneranno ad altri del “Barbiere di Siviglia”, come arie dal “Guglielmo Tell” troveranno spazio accanto a momenti tratti dallo “Stabat Mater”, capolavoro sacro del compositore. Gli interpreti della serata, oltre al coro “Casa della Carità”, saranno il soprano Benedetta Bagnara, il mezzosoprano Margherita Dall’Olio, il tenore Ernesto Carvi e il basso Ermes Manfredi per la parte vocale, mentre il supporto strumentale sarà a cura di un ensemble formato da Martina Drudi (piano), Chiara Pavesi (flauto), Nicoletta Bassetti e Justyna Pajak (violino), Gemma Bassani e Giulia Costa (violoncello), il tutto sotto la guida del maestro Matteo Unich. L’ingresso è a offerta libera. Per ulteriori informazioni, chiamare il numero 334 3125109.

Lunedì 12 novembre le celebrazioni continuano con “Una cena a casa Rossini” al ristorante dell’hotel Ala d’Oro di Lugo, in corso Matteotti 56. Dalle 20.30 musica, teatro e gastronomia si incontrano per far gustare ai partecipanti una cena nel centro di Lugo e contemporaneamente godersi uno spettacolo. Protagonisti della serata saranno il celebre attore e comico Stefano Bicocchi, in arte Vito, Cristina Giardini, Enrico Picinni Leopardi e Lucia Michelazzo. Per l’occasione, i protagonisti interpreteranno i coniugi Rossini vestiti in abiti d’epoca e il ristorante sarà la loro dimora. Durante la serata ci sarà anche musica dal vivo con pianoforte. La regia degli spettacoli è di Cristina Giardini. Il progetto è a cura di Cronopios. “Una cena a casa Rossini” prevede un menù a tema sulla base dei grandi piatti più amati e rivisitati dal compositore. Il costo della cena è di 40 euro a persona. È necessaria la prenotazione al numero 0545 22388.

Martedì 13 novembre, giorno della morte del compositore, nella chiesa del Carmine il vicario generale della Diocesi di Imola don Andrea Querzè celebrerà alle 17 la Messa Vespertina con musiche rossiniane, proposte dall’organista Giuseppe Montanari e dalla soprano Wilma Vernocchi. 
Alle 20.30 Gioachino Rossini viene ricordato con il concerto “Petite messe solennelle” alla chiesa del Carmine. Il concerto è diretto da Lorenzo Bizzarri e vedrà le esibizioni del soprano Benedetta Bagnara, del mezzosoprano Alessandra Masini, del tenore Dave Monaco, del baritono Giacomo Contro, di Cristina Belotti al pianoforte, di Andrea Bianchi all’organo e della Corale Quadriclavio. Il concerto è organizzato in collaborazione tra il Comune di Lugo, LaCorelli e la Corale Quadriclavio. Per ulteriori informazioni contattare il numero 339 6249299 o scrivere a info@lacorelli.it.

Chiude la settimana di celebrazioni, venerdì 16 novembre alle 17.30, l’inaugurazione della Stanza della Musica, allestita nella biblioteca “Fabrizio Trisi”. Il nuovo spazio è dedicato ai musicisti illustri di Lugo, tra cui anche Gioachino Rossini. Si tratta di una sala che accoglie i fondi musicali pervenuti in dono negli ultimi anni, come una raccolta di pubblicazioni della Fondazione Rossini di Pesaro, il Fondo del maestro Luigi Penazzi e pubblicazioni rossiniane donate dall'architetto Gian Luigi Gambi. In primavera la biblioteca ha ricevuto in comodato d’uso il pianoforte, la scrivania e la poltrona del musicista Francesco Balilla Pratella, di cui la biblioteca possiede già un importante fondo librario e documentario. Nello stesso periodo la famiglia del dottor Claudio Guerra di Lugo, ha donato quasi 4mila opere di musica classica in vinile, tutte interpretazioni di pregio dei maggiori maestri e interpreti. La sala sarà utilizzata anche come sala riunioni, grazie alla presenza di un grande tavolo ovale in legno, recentemente restaurato grazie al contributo del Lions Club di Lugo. 
Per l’occasione gli allievi della scuola di musica Malerbi di Lugo Mattia Ballanti, Alberta Bassi, Katia Dal Fiume, Lucia Errani, Fabio Mariani, Maria Quaranta, Annalisa Remondini, Giorgia Ricci, Junko Yamaguki, Alice Zoli e Camilla Zoli, si esibiranno, coordinati dal maestro Matteo Salerno, su musiche di Gioachino Rossini, Leonard Cohen, The Animals, Antonin Dvo?ák, Patti Smith e Georg Friedrich Händel.

È inoltre aperta fino sabato 1 dicembre la mostra “Rossini… che passione!”, allestita nella sala Codazzi della biblioteca comunale “Fabrizio Trisi” di Lugo. L’esposizione vuole testimoniare il legame della città di Lugo e dei lughesi con il grande maestro e permette di far conoscere una documentazione in parte inedita, fino ad ora conosciuta e apprezzata solo da pochi studiosi e addetti ai lavori. La preziosa documentazione conservata nelle raccolte storiche della biblioteca, in particolare nei Fondi Malerbi, Rossi Ferrucci e Giuseppe Seganti, le carte dell’archivio storico comunale, i cimeli presenti nelle civiche raccolte d’arte e alcune rarità bibliografiche appartenenti a collezioni private, confermano la passione dei lughesi per l’opera rossiniana, ma sono testimoni anche dell’affetto che Gioachino nutriva per la sua terra. È possibile visitare l’esposizione negli orari di apertura della biblioteca. Per ulteriori informazioni, contattare il numero 0545 38556, email trisi@comune.lugo.ra.it.

Le celebrazioni continueranno poi venerdì 30 novembre alle 17.30 nella biblioteca Trisi con la presentazione del libro Le donne di Gioachino Rossini. Nate per vincere e regnar (Odoya, 2018) di Roberta Pedrotti. Dialogherà con l’autrice il critico musicale Alberto Spano. Saranno inoltre presenti l’assessora alla Cultura del Comune di Lugo Anna Giulia Gallegati e la responsabile della biblioteca Trisi Luciana Cumino. Il libro indaga la figura femminile nelle opere rossiniane, messe a confronto e analizzate per tematiche sia nei testi dei libretti che nella trattazione musicale rossiniana. Due capitoli introduttivi contestualizzano l'analisi della produzione operistica del Cigno di Pesaro. La prefazione del volume è a cura di Gianfranco Mariotti, presidente onorario del Rossini Opera Festival.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento