menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Soundscreen" prepara la quinta edizione. Tra i film-concerto la parola d'ordine sarà: Dante

Ideato e diretto da Albert Bucci, il festival dedicato a musica e cinema studia la possibilità di un'edizione mista fra Palazzo dei Congressi e piattaforme online

Torna a Ravenna il Soundscreen Film Festival, uno tra i più originali festival europei dedicati a cinema e musica, che conferma la sua quinta edizione dal 26 settembre al 3 ottobre.

Ideato e diretto da Albert Bucci, Soundscreen annuncia la possibilità di svolgere l'intera manifestazione 2020 in presenza (presso lo storico Palazzo del Cinema e dei Congressi), seguendo ovviamente le prescrizioni sanitarie previste dall'emergenza Covid-19, ma con un occhio attento verso la possibilità di spostare parte della programmazione online, sulle piattaforme specializzate, per raggiungere un pubblico sempre più vasto.

Il Concorso Internazionale per lungometraggi, che presenterà il meglio della recente produzione mondiale, sarà come da tradizione, l'evento principale di questa nuova edizione. Al suo fianco il Concorso Internazionale per Cortometraggi, le anteprime e gli eventi speciali, gli ospiti, omaggi e retrospettive (il 2020 non può che essere all'insegna dei festeggiamenti per il centenario della nascita del grande Federico Fellini), sino alla parte più innovativa e sperimentale del Festival, gli Eventi Satellite, ovvero i grandi classici del cinema sonorizzati dal vivo dalle migliori band musicali contemporanee. Almeno 5 i film-concerto previsti quest'anno, con una parola d'ordine: Dante.

Tra le anticipazioni, il compositore e chitarrista Paolo Spaccamonti e il trombettista Ramon Moro musicheranno il capolavoro di un grande maestro del cinema nordico, Vampyr (1932) di Carl Theodor Dreyer. Il duo trasforma il film - ispirato a Carmilla di Sheridan Le Fanu, una delle più famose novelle sul vampirismo femminile - in un'esperienza visiva e sonora che restituisce al pubblico contemporaneo tutto il mistero e l’inquietudine di un horror onirico e sensuale che ha influenzato l'immaginario di generazioni di cineasti e cinefili.

Soundscreen continua la sua missione di ricerca e presentazione delle opere filmiche in cui la musica è protagonista: dalla fiction ai biopic, dai documentari al puro genere musical, dalla sperimentazione dei nuovi talenti internazionali passando per le opere dei maestri del passato, la musica diviene elemento portante del cinema così come il cinema è fonte d'ispirazione per la musica.

Sono aperte le iscrizioni al Concorso

Torna anche il concorso aperto ai cineasti. Soundscreen seleziona fiction, documentari, biopics, musicals, animazioni, horror, noir, fantascienza, etc. che abbiano per protagonista la Musica nel suo senso più ampio.

Gli interessati possono trovare tutte le informazioni sul sito: https://www.soundscreen.org/it/call-for-entries-competitions-2020
La scadenza per le iscrizioni è fissata al 26 agosto 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento