Eventi

Il percorso tra romanzi e delitti de "Il Tempo Ritrovato", da Hanne Orstavik a Edoardo Nesi

L'assessora Signorino: "un viaggio letterario ricco di proposte interessanti e originali". Tra gli ospiti anche Eraldo Baldini e Ivano Marescotti

Dopo l'anteprima con Jonathan Safran Foer, inizia la sesta edizione della rassegna Il Tempo Ritrovato curata da Matteo Cavezzali con la collaborazione di Stefano Bon alla Biblioteca Classense di Ravenna. La rassegna è realizzata in convenzione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura e grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e della Libreria Dante di Longo.  Tutti gli incontri si svolgeranno di mercoledì, alle 18 alla Biblioteca Classense.

“Con Jonathan Safran Foer – commenta l’assessora alla Cultura Elsa Signorino – abbiamo riflettuto sull’emergenza climatica e ora la rassegna ‘Il tempo ritrovato’ ci prende nuovamente per mano per accompagnarci in un viaggio letterario che anche quest’anno sarà ricco di proposte interessanti e originali. Il libro è il minimo comune denominatore. Che si tratti di un romanzo, di un saggio, di una raccolta di racconti o di un testo a tema storico, offrirà a ciascuno di noi nuovi punti di vista, motivi di riflessione ed emozioni”.                 

“Incontrare autori così diversi tra loro che si sono occupati di argomenti legati alla nostra epoca credo sia un’esperienza preziosa. – spiega Matteo Cavezzali, direttore della rassegna -. Alcuni non vedono un fine pratico nella lettura, ma è solo perché sono miopi. La letteratura è il libretto di istruzioni per capire noi stessi, i nostri sentimenti e la nostra vita. La letteratura è la medicina dell’anima, e poterne parlare insieme, in una comunità di lettori e scrittori è un esercizio molto appagante”.

Il primo appuntamento sarà il 9 ottobre con Roberta Scorranese, scrittrice e firma di punta del Corriere della Sera, che presenterà “Portami dove sei nata” (Bompiani). La campagna, le sue stagioni. Un grande clan familiare: uomini di poche parole, donne custodi di sapienze e sapori, e un segreto taciuto per anni.

Il 12 ottobre sarà una giornata speciale. Per la festa di Radio Sonora a Bagnacavallo si terrà l’incontro dal titolo “Tra la via Emilia e la via Lattea”: un dialogo tra Vasco Brondi, il cantante de Le Luci della Centrale Elettrica, e Matteo Cavezzali su dischi, concerti, viaggi, libri, incontri e vita; alle 19.45 ai chiostri dell’antico convento. Alle 21.30 al Bronson Caffè ci saranno invece Paolo Condó di Sky Sport e Stefano Bon con La storia del calcio in 50 ritratti.

Il 16 ottobre lo scrittore Angelo Ferracuti presenterà “La metà del cielo” (Mondadori): Dentro la piccola comunità di un borgo dell'Italia centrale, dentro l'incombente senso di vuoto che segue la stagione felice dell'amore e dell'impegno politico, dentro le piccole cose della vita famigliare entra la grandezza devastante della morte.

Il 23 ottobre la scrittrice norvegese Hanne Orstavik parlerà di “Amore” (Ponte alle Grazie) libro finalista al National Book Award accolto dalla critica internazionale come un folgorante romanzo dell’autrice norvegese più conosciuta e apprezzata.

Il 30 ottobre l’attore Ivano Marescotti presenterà “Fatti veri” (whitefly) una raccolta di racconti autobiografici dal sapore delle storie di una volta. Quelle narrate e tramandate nelle sere d'inverno davanti al camino.

Il 6 novembre ci sarà il gradito ritorno di Eraldo Baldini con il suo nuovo romanzo “La palude dei fuochi erranti” (Rizzoli): Anno del Signore 1630. Al villaggio padano di Lancimago, ai margini di grandi plaghe acquitrinose, vengono alla luce numerosi scheletri che recano segni di brutale violenza.

Il 13 novembre Matteo Cavezzali e lo storico Alessandro Luparini, direttore della Biblioteca Oriani, dialogheranno sul romanzo “Nero d’Inferno” (Mondadori): La vera storia del romagnolo anarchico che inventò il terrorismo mettendo a ferro e fuoco Wall Street.

Il 20 novembre la scrittrice e raffinata intellettuale Chiara Valerio presenterà “Il cuore non si vede” (Einaudi). Andrea Dileva, quarantenne, studioso, curioso, professore di greco, si sveglia un giorno senza il cuore.

Il 27 novembre Fabio Geda, autore del best seller “Nel mare ci sono i coccodrilli”, presenterà la sua ultima fatica “Una domenica” (Einaudi): Quando raggiungi l'età che avevano i tuoi genitori al tempo in cui eri un bambino, capisci quanto fossero giovani, e quanto inquieti fossero i loro cuori.

Il 4 dicembre la giornalista Carla Baroncelli, la scrittrice Laura Gambi e la storica Laura Orlandini dialogheranno sul caso di cronaca che ha sconvolto Ravenna, il brutale omicidio di Giulia Ballestri, ricostruito da una giornalista, una scrittrice e una storica in due libri a dialogo tra loro: “Delitto d'onore a Ravenna” (Pendragon) e “Ombre di un processo per femminicidio” (Iacobellieditore).

L’11 dicembre Edoardo Nesi, uno dei vincitori del Premio Strega, dialogherà con Maurizio Tarantino, direttore della Biblioteca Classense, sul suo ultimo romanzo “La mia ombra è tua” (La Nave di Teseo): Una storia d'amore. Iniziata quarant'anni fa, e mai finita. Ed è anche la storia d'un viaggio nell'Italia del 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il percorso tra romanzi e delitti de "Il Tempo Ritrovato", da Hanne Orstavik a Edoardo Nesi

RavennaToday è in caricamento