Barriere architettoniche, la Pigna diffida il Presidente della Regione Bonaccini

Verlicchi: "Sono passati 32 anni senza che nulla di significativo sia accaduto nel nostro Comune in tema di abbattimento delle barriere architettoniche e senza che la Regione abbia nominato un commissario"

La capogruppo della Pigna Veronica Verlicchi torna a puntare i riflettori sulle barriere architettoniche. "Che la legge vada applicata sembrerebbe un’ovvietà, se non fosse che per le varie amministrazioni di centro sinistra che si sono susseguite in questi 50 anni è invece una semplice opzione. É il caso della legge n.41 del 1986 che obbliga i Comuni ad adottare il Peba (piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche) entro un anno dalla sua entrata. In caso contrario, la Regione é tenuta a nominare un commissario che elabori il Peba del Comune inottemperante - spiega la consigliera - Sono passati 32 anni senza che nulla di significativo sia accaduto nel nostro Comune in tema di abbattimento delle barriere architettoniche e senza che la Regione, sempre a guida di centro sinistra, abbia nominato un commissario. Poche settimane fa, il Consiglio comunale ha discusso la nostra mozione che chiedeva, appunto, l’adozione del Peba nel nostro Comune, con il coinvolgimento, in fase di elaborazione, della associazioni di tutela dei disabili più rappresentative. La maggioranza a guida Pd ha bocciato la nostra proposta e, contestualmente, ne ha presentata un’altra, con l’appoggio di alcuni consiglieri di opposizione, che ha il chiaro scopo di buttare fumo negli occhi e tirarla per le lunghe al fine di non adottare il Peba entro l’attuale consiliatura. É significativo, poi, che la proposta del Pd abbia ricevuto le critiche e la disapprovazione della Fand, la Federazione che raggruppa le maggiori associazioni di rappresentanza dei disabili".

La lista civica La Pigna conferma di "non avere alcuna intenzione di lasciare che i teatrini politici prevalgano sulle esigenze del territorio, tanto più quando si tratta di argomenti di tale valenza sociale - spiega Verlicchi - E proprio per questo ho inoltrato al Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, una diffida ad adempiere affinché, stante la compravata inottemperanza del Comune di Ravenna, nomini senza indugio un commissario ad hoc che adotti il Peba. Nel caso in cui Bonaccini non adempia, avvieremo tutte le opportune iniziative presso ogni sede per ottenere l’adozione di questo strumento di pianificazione nel Comune di Ravenna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Fissata la riapertura del Mercato Coperto: ristoranti, bar e anche un supermercato

Torna su
RavennaToday è in caricamento