Politica

Ville Unite, è emergenza furti: "I ladri entrano ovunque"

"Il problema della sicurezza nel territorio delle Ville Unite desta molta preoccupazione", afferma Andrea Mazzavillani, Consigliere Territoriale del Movimento 5 Stelle

"I cittadini residenti nel vasto territorio delle Ville Unite, anche alla luce di quella che sarà la prossima riorganizzazione delle Caserme dei Carabinieri di Campiano e di San Pietro in Vincoli - di quest’ultima sembra sia stata già avviata la procedura di chiusura - chiedono l’istituzione in zona di un presidio attivo 24 ore su 24, che svolga pattugliamenti allo scopo di elevare il livello di sicurezza e contrastare così i fenomeni malavitosi". Sulla questione furti interviene Andrea Mazzavillani, Consigliere Territoriale del Movimento 5 Stelle.

"Il problema della sicurezza nel territorio delle Ville Unite desta molta preoccupazione: si sta cominciando a perdere ormai il conto dei furti a danno delle abitazioni e quindi dei loro proprietari e inquilini - afferma Mazzavillani -. I ladri sono sempre in agguato, ventiquattr’ore al giorno, 365 giorni all’anno; la sensazione è che i colpi non siano improvvisati: i ladri osservano i luoghi, aspettano e, in un attimo, possono rubare quanto con tanta fatica si è risparmiato in molti anni di lavoro".

"Inutile descrivere lo spavento nel trovarsi la casa completamente a soqquadro, la disperazione nel constatare che significativi ricordi degli affetti più cari sono spariti, l'angoscia di non essere più al sicuro a casa propria e la sensazione di violazione personale - aggiunge l'esponente del Movimento 5 Stelle -. Per non parlare, poi, dei colpi messi a segno ai danni delle tombe dei defunti e delle grondaie in rame dei campisanti locali. La possibilità di essere derubati pende sopra la nostra testa come la spada di Damocle: i ladri entrano ovunque, non solo e non più nelle case della gente che “sta bene”".

"Si tratta - aggiunge Mazzavillani - di un fenomeno che non è tipico solamente delle nostre zone: basta, infatti, guardare le cronache delle altre città della Romagna o di altre regioni, per accorgersi che è un fenomeno nazionale. Le statistiche parlano chiaro: negli ultimi anni, in Italia, i furti nelle case sono più che raddoppiati. Assistiamo ad un vero e proprio boom dei furti in appartamento, ma ciò non è certo figlio della crisi economica; questo reato richiede un’abilità che non si improvvisa: chi si trova dalla sera alla mattina senza un lavoro e senza un reddito e tenta il colpo della disperazione, è più probabile che si inventi scippatore, rapinatore o ladruncolo da supermercato, qui, invece, ci troviamo di fronte a veri professionisti organizzati".

"I cittadini - sottolinea l'esponente "grillino" - hanno paura e possono sentirsi sicuri solo con la presenza di un comando locale: non vogliono, in caso di bisogno, aspettare che una pattuglia arrivi da Milano Marittima o da Ravenna. Nell'offrire la mia massima solidarietà e stima agli uomini della locale stazione di San Pietro in Vincoli che ogni giorno svolgono un lavoro egregio in un momento così difficile, non posso che criticare chi si ostina a sostenerne la chiusura della caserma del centro abitato più grande delle Ville Unite. In questo momento di emergenza oltre ai Carabinieri e, a qualche pattuglia della Polizia Municipale, purtroppo oggi si hanno a disposizione solo undici unità per tutto il vasto territorio del forese ravennate, si potrebbero impiegare efficacemente la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato e la Polizia Provinciale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ville Unite, è emergenza furti: "I ladri entrano ovunque"

RavennaToday è in caricamento