rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Seconda via d’accesso al porto, si valutano le possibili soluzioni

Valbonesi ha precisato che con tale iniziativa ha inteso farsi portavoce di una problematica da lungo tempo sollevata da Operatori portuali, lavoratori e tutto l’indotto circa le gravi carenze infrastrutturali

Nella seduta del Consiglio comunale di martedì è stata discussa l’interrogazione presentata al sindaco Michele De Pascale e alla Giunta dal consigliere Pd Cinzia Valbonesi in merito alla volontà dell'amministrazione "di attivarsi per addivenire alla realizzazione di un intervento viario che garantisca una seconda via d’accesso al porto in destra Canale Candiano".

Valbonesi ha precisato che con tale iniziativa ha inteso farsi portavoce di una problematica da lungo tempo sollevata da Operatori portuali, lavoratori e tutto l’indotto circa le gravi carenze infrastrutturali che vedono, tra l’latro, una rete viaria deficitaria con una sola via d’accesso in entrata e uscita dal porto, in Destra Canale Candiano.

"Auspico che questa Amministrazione - conclude Valbonesi - si faccia carico, per quanto di propria competenza, di superare tale situazione attivandosi perché venga realizzata una seconda via d’accesso allo scalo, tenuto conto che oltre a provocare forti disagi ai lavoratori tale carenza comporta criticità connesse sia alla sicurezza sul lavoro che alla security".

All’interrogazione ha dato risposta l’assessore ai Lavori Pubblici, Grandi Infrastrutture e Mobilità Roberto Fagnani che ha sottolineato l"’alta attenzione al tema, sia per quanto riguarda il trasporto via gomma che su ferro, considerato anche che il nostro scalo movimenta circa 27 milioni di tonnellate di merce all’anno". “Nello specifico della richiesta di una seconda via d’accesso al porto, in destra Candiano - precisa l’assessore Fagnani - la soluzione possibile coinvolge Via Trieste, che è di proprietà Anas, con la quale sono già in corso contatti per addivenire ad uno specifico studio di fattibilità dell’opera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seconda via d’accesso al porto, si valutano le possibili soluzioni

RavennaToday è in caricamento