rotate-mobile
Sport Faenza

La Toro Rosso svela la nuova vettura: spicca il cambio di livrea

La vettura ha già mosso i primi passi alcuni giorni fa all'autodromo "Marco Simoncelli" di Misano Adriatico per lo shakedown di 100 chilometri, prima dei test di Barcellona che inizieranno lunedì

Segni particolari: bellissima. La Scuderia Toro Rosso ha svelato domenica a Barcellona l'arma con la quale disputerà il campionato 2017 di Formula Uno con i piloti Daniil Kvyat e Carlos Sainz. La STR12 presenta una nuova splendida livrea, con predominanza di blu e rosso. La vettura ha già mosso i primi passi alcuni giorni fa all'autodromo "Marco Simoncelli" di Misano Adriatico per lo shakedown di 100 chilometri, prima dei test di Barcellona che inizieranno lunedì. "Ci piace davvero molto il primo vero importante cambio di livrea in dodici anni di F1 e questo nuovo look si riflette anche nei nostri garage, il cui layout è stato aggiornato per rendere la vita più semplice mentre si lavora attorno a queste vetture molto più grandi", afferma il team principal, Franz Tost.

"Il 2017 dovrebbe rappresentare un anno ricco di emozioni e incertezze, dato che le norme tecniche di questo sport sono state sottoposte ad una tra le più grandi rivoluzioni degli ultimi decenni. In poche parole, le macchine sono diventate più larghe, più lunghe, più basse, più veloci e anche più rumorose, oltre al fatto che utilizzeranno pneumatici più grandi, che permetteranno un maggiore grip, velocità più elevate in curva e, speriamo, gare più combattute - aggiunge Tost -. Tutti, all’interno del team, hanno lavorato molto duramente per far sì che la squadra affrontasse la stagione in maniera altamente competitiva".

Il team principal è poi intervenuti sui piloti: "Daniil e Carlos costituiscono una coppia di assoluto livello e so che hanno lavorato molto duramente durante l'inverno per farsi trovare pronti a far fronte ai nuovi sforzi fisici, legati alla guida di queste nuove e più veloci monoposto. Anche il team che si occuperà delle vetture in pista si è molto ben preparato e, in generale, in tutta l'azienda sappiamo di possedere quella stabilità e quella forza necessarie per affrontare questa stagione, con uno sviluppo della vettura che sarà molto più veloce rispetto agli ultimi due anni".

Il direttore tecnico James Key presenta le caratteristiche della vettura: "Nel segno della continuità con i piloti e una power unit che ha fatto un importante passo in avanti lo scorso anno, e che sarà sviluppata in maniera concreta quest'anno, lasciamo l'unica incognita al telaio. Ci siamo sempre posti obiettivi ambiziosi e quest'anno abbiamo una prospettiva a lungo termine, guardando a tutte e 20 le gare, con una lunga lista di sviluppi a stagione in corso. Sarà un anno molto impegnativo con tante performance da trovare".

Prosegue Key: "Nei miei 20 anni di F1 è il più grande cambiamento sul telaio che io ricordi. Nel ’98 era appena stata introdotta la carreggiata stretta e successivamente ci sono stati vari ritocchi fino al 2009, quando abbiamo vissuto un cambiamento più sostanziale, ma a parte l’ala anteriore, tutto continuava a basarsi su principi che già conoscevamo. Queste regole, invece, includono un cambiamento di carreggiata, differenze significative con le gomme e ci sono nuove regole che coinvolgono l’aerodinamica. Sul telaio avremo un sacco di cose da imparare sotto tutti i punti di vista". Sainz sarà al volante per la prima giornata di prove, mentre Kvuat salirà sulla STR12 martedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Toro Rosso svela la nuova vettura: spicca il cambio di livrea

RavennaToday è in caricamento