Per il Centro Sub Nuoto Faenza 11 medaglie al Trofeo Riccione

“Si tratta di risultati notevoli - commenta coach Marco Fregnani -, perché, oltre alle 11 medaglie, ci sono stati ottimi riscontri cronometrici per tutti i nostri atleti"

Il 9° Trofeo Internazionale “Nuoto Riccione” ha portato al Centro Sub Nuoto Club 2000 la bellezza di 3 vittorie, 2 piazzamenti d’onore e 6 terzi posti. Al meeting, che si è svolto tra sabato pomeriggio e domenica scorsi allo Stadio del Nuoto nelle 10 corsie della vasca da 25 metri, erano iscritti circa 600 atleti in arrivo da gran parte d’Italia; la società di Faenza ha lasciato a casa i suoi Esordienti A (2009-2008 maschili; 2010-2009 femminili) per fare gareggiare quelli più grandi che hanno conquistato il sesto posto nella graduatoria per Società.

“Si tratta di risultati notevoli - commenta coach Marco Fregnani -, perché, oltre alle 11 medaglie, ci sono stati ottimi riscontri cronometrici per tutti i nostri atleti scesi in acqua, soprattutto dai più giovani al primo anno nella categoria Ragazzi, i quali si sono fatti trovare subito pronti a gareggiare in un ambito molto diverso da quello delle gare per Esordienti”.

Le tre vittorie sono state ad appannaggio di Michele Busa (2001, Assoluti) nei 100 metri farfalla, di Gaia Gionta (Junior) nei 200 rana e di Giada Minelli (2008, Ragazzi 1) nei 100 farfalla, a cui la giovane nuotatrice ha aggiunto il quinto posto nei 100 rana.

Nicola Bruschi (2006, Ragazzi 2) si è piazzato secondo nei 100 dorso poi terzo nei 200 dorso e nei 100 stile libero; quasi in fotocopia Penelope Sangiorgi (2007, Ragazzi 2) ha centrato la medaglia d’argento nei 200 dorso e quella di bronzo nei 100 dorso. Gli altri terzi posti sono stati conquistati da Francesco Fiorentini (2007, Ragazzi 1) nei 100 dorso, da Massimo Minardi (2007, Ragazzi 1) nei 100 rana e dalla brava Andrea Maltoni (Junior) nei 200 misti.

Le gare, suddivise in più sessioni in modo da ridurre il numero degli atleti presenti in vasca, hanno garantito la sicurezza sanitaria per tutti e il mantenimento delle distanze fisiche; gli atleti e tutti gli operatori presenti nell'impianto si sono impegnati nel rispetto delle regole sotto l’organizzazione della Sezione Nuoto della Polisportiva Comunale Riccione.

“Purtroppo c’è stata tanta amarezza nello scoprire che quella che doveva essere la prima gara della nuova stagione si è trasformata molto probabilmente nell'ultima, almeno per un po’ di tempo - dice Fregnani -. Dopo poco più di un mese di allenamenti, le ragazze e i ragazzi hanno fatto vedere già miglioramenti evidenti e la prospettiva per continuare in questa direzione c'era tutta. Purtroppo ora dovremo fermarci nuovamente e sicuramente, anche quando finalmente potremo riprendere, non sarà semplice”.

Già, anche perché il centro natatorio comunale di Faenza, la “casa” del Centro Sub Nuoto, gestito dalla Nuova Co.G.I.Sport., è stato chiuso dalla serata di domenica e rimarrà sbarrato sicuramente fino al 24 novembre in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato nella notte tra sabato e domenica.

Dunque palestre e piscine, riaperte soltanto a giugno dopo tre mesi di lockdown, sono state nuovamente chiuse: a nulla sono serviti i rigidi protocolli sanitari messi in atto con grandi sforzi e investimenti economici da parte di società e associazioni sportive. "Il governo sottovaluta la rete dalla società sportive che gestiscono impianti sportivi e garantiscono l'attività motoria dei cittadini sul territorio - ha detto Paolo Barelli, presidente della Federnuoto -. Perché si penalizza l'unico settore che ha investito sulla sicurezza? La chiusura di palestre e piscine è inaccettabile".

5 Panzavolta Angela-2

1 Bruschi Nicola-2

4 Maltoni Andrea-23 Gionta Gaia-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento