Cronaca

Case vacanze, nessuna pioggia di disdette: "I lidi più piccoli sono visti come più sicuri dai turisti"

Diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare, le agenzie immobiliari che affittano appartamenti sui lidi ravennati stanno resistendo all'onda d'urto della crisi

Il settore turistico soffre su tutti i fronti a causa dell'emergenza Coronavirus. Oltre ad alberghi e stabilimenti balneari, la crisi si abbatte anche sulle case vacanza, un mercato composto da migliaia di unità abitative, del tutto bloccato in questo periodo di chiusura e limitato per i mesi futuri vista la situazione d'incertezza. Tuttavia, diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare, le agenzie immobiliari che affittano appartamenti sui lidi ravennati stanno resistendo all'onda d'urto della crisi.

Prenotazioni e disdette

Il settore delle case vacanze, tipicamente molto forte nel periodo di alta e altissima stagione (luglio e agosto), subisce meno di altre strutture alberghiere a questa crisi. "Stanno arrivando alcune disdette - ammette Andrea D'Altri dell'Agenzia Mondo Casa Mare di Punta Marina - soprattutto per il mese di giugno, mentre per ora sono salvi i mesi successivi".

Sulla stessa linea Michele Antonini dell'Agenzia Reno di Casal Borsetti: "Prima del lockdown non avevamo ancora tante prenotazioni e finora non sono molte le disdette che abbiamo ricevuto. Molta gente controlla l'andamento dell'emergenza e aspetta un miglioramento per prenotare. Considerando la tragedia generale non c'è male, recentemente sono anche arrivate delle richieste per giugno".

Il vero dato negativo, allo stato attuale, riguarda i mesi primaverili, con le prenotazioni quasi bloccate dall'inizio dell'emergenza. A questo si somma, chiaramente, un calo delle prenotazioni per la stagione estiva. "Il mese di aprile era un periodo caldo per affittare le case vacanza - ci spiega Andrea D'Altri - Normalmente intorno al periodo di Pasqua avevamo circa il 60-70% degli appartamenti prenotati".

Pioggia di disdette? Finora nemmeno una

Un parere completamente diverso arriva dall'Agenzia Immobiliare Ravenna Lidi Mare di Marina di Ravenna: "Finora nessuna disdetta. Ultimamente molta gente ci ha telefonato perché in cerca di appartamenti. C'è stato un calo in questi mesi primaverili, ma adesso la gente sta riprendendo a prenotare e abbiamo già molte richieste a partire dalla seconda metà di maggio".

L'agente immobiliare si dimostra poi positivo per l'estate: "Probabilmente molte famiglie italiane opteranno per la stagione intera, da giugno a settembre, visto che non potranno andare all'estero per quest'anno. La gente ha voglia di uscire e andare al mare. Pensavo che arrivassero molte disdette in questo periodo, ma in realtà non è stato così". 

La tranquillità potrebbe premiare i lidi ravennati

Chi potrebbe resistere meglio alla crisi sono le località più periferiche e meno movimentate. Insomma, i lidi ravennati più piccoli e meno affollati potrebbero venire premiati dall'emergenza e attirare nuovi turisti. Ne è convinto Antonini dell'agenzia Reno: "Casal Borsetti è un paesino piccolo, un po' lontano dal marasma, proprio per questo la località è percepita come più sicura. Il fatto che la località sia normalmente più tranquilla rispetto ad altri lidi rende i clienti più fiduciosi. Per questo spero che le cose possano andar bene una volta che l'emergenza si sbloccherà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case vacanze, nessuna pioggia di disdette: "I lidi più piccoli sono visti come più sicuri dai turisti"

RavennaToday è in caricamento