menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrale a biomasse: "Quali conseguenze sul rischio idrogeologico della zona?"

“Nuove verifiche sulla centrale a biomasse e sul suo progetto sarebbero sacrosante”: con queste parole esordisce la segretaria di Russi della Lega Maria Marabini

“Nuove verifiche sulla centrale a biomasse e sul suo progetto sarebbero sacrosante”: con queste parole esordisce la segretaria di Russi della Lega Maria Marabini. "A parere nostro, c’è il rischio che le modifiche apportate al progetto potrebbero creare nuovi rischi, soprattutto legate al rischio idrogeologico. La nuova costruzione ricade all’interno di un’area identificata dal Piano Stralcio per il Rischio Idrogeologico come area di potenziale allagamento. Chissà se sono stati eseguiti tutti gli accertamenti del caso. Da anni lottiamo contro la costruzione di questo impianto: ora che purtroppo sarà attivato, speriamo che sia conforme e verificato in tutto. Sarà presentata a breve l’ennesima interrogazione regionale, per capire meglio cosa accadrà in città. Soprattutto ci preoccupa l’aumento dei dati volumetrici delle nuove costruzioni, pari a circa tre volte e mezzo le cubature autorizzate precedentemente. E' prevista la costruzione di tre silos, di cui due destinati allo stoccaggio delle ceneri di risulta della combustione. Davanti a tutte queste criticità credo sia necessaria un’attenta valutazione da parte della Regione; considerato l’impatto è fondamentale un apposito studio e valutazione d’incidenza piuttosto che una prevalutazione di incidenza d’incerta definizione. Dubbi sorgono anche sullo stoccaggio dei futuri rifiuti, stimati in 8.500 tonnellate. Quale sarà la loro destinazione? A breve avremo risposte dalla regione e continueremo a monitorare la situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento