Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Il Comune mette il bavaglio ai suoi dipendenti: "Vietate le critiche su Facebook"

Nella bozza si legge tra le altre cose che i dipendenti devono "astenersi da comportamenti, opinioni e giudizi che possano ledere l'immagine dell'Amministrazione anche nell'utilizzo dei social network nella vita privata

Vietato per i dipendenti comunali parlare male dell'ente per cui lavorano via Facebook, anche nell'utilizzo dei social network nella vita privata. E' destinata a creare molte polemiche la previsione inserita nella bozza del nuovo codice di comportamento per i dipendenti comunali. Il Comune, infatti, piuttosto che badare al brutto spettacolo spesso purtroppo frequente di dipendenti che fumano dove non dovrebbero o in “eterne” pause caffe alla macchinette, mette il bavaglio alla libertà di espressione.

Lo rileva il consigliere di Forza Italia Alberto Ancarani: “Il Comune di Ravenna ha messo on line sul proprio sito una bozza del nuovo codice, sulla base della normativa riformata che dovrà prima essere revisionata da alcune parti in causa, a partire dai sindacati, per poi essere definitivamente approvata dalla giunta. Nella bozza si legge tra le altre cose che i dipendenti devono “astenersi da comportamenti, opinioni e giudizi che possano ledere l’immagine dell’Amministrazione anche nell’utilizzo dei social network nella vita privata.”

Continua Ancarani: “L’amministrazione comunale non è totalmente equiparabile ad un’azienda privata e che la sua attività sia inevitabilmente “politica” benché debba astenersi dall’essere “politicizzata” e che questo la sottoponga inevitabilmente a critiche che possano provenire anche dai dipendenti che sono prima di tutto cittadini. La prescrizione appare ambigua e fortemente lesiva del diritto alla libertà di espressione del pensiero prevista all art. 21 Costituzione”. Ancarani chiede quindi di ritirare questa norma di comportamento prima che se ne discuta e di sanzionare il dirigente responsabile che l'ha concepita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune mette il bavaglio ai suoi dipendenti: "Vietate le critiche su Facebook"

RavennaToday è in caricamento