Cronaca

Con il 'Jazz Day Unesco' la musica entra nelle scuole

L’Associazione Dis-Ordine aderisce alla Giornata Internazionale del Jazz Unesco con un laboratorio estemporaneo di mosaico alla scuola primaria Mordani di Ravenna

L’Associazione Dis-Ordine aderisce alla Giornata Internazionale del Jazz Unesco con un laboratorio estemporaneo di mosaico alla scuola primaria Mordani di Ravenna. In occasione dell’International Jazz Day del 30 aprile 2019, l’Associazione Nazionale Il Jazz va a Scuola inserita nella Federazione nazionale Il Jazz Italiano presieduta da Paolo Fresu, ha promosso in collaborazione con il MIUR Comitato Nazionale Per l’ Apprendimento Pratico per la Musica presieduto da Luigi Berlinguer, la celebrazione della giornata Unesco del jazz in tutte le scuole del territorio nazionale.

A Ravenna, con gli allievi delle classi seconde e quarte della Scuola Primaria F. Mordani ICS Novello, le ex-allieve delle Scuole d’Arte di Ravenna dell’Associazione Culturale Dis-Ordine Giorgia Baroncelli, Chiara Sansoni e Francesca Vitali realizzano, con il contributo di materiali della Fonderia Orsoni Venezia 1888, un piccolo mosaico che rappresenta il logo della Associazione Nazionale "Il Jazz va a Scuola". Questa esperienza tattile e musicale che vede jazz e mosaico come linguaggi artistici di libertà è stata coordinata da Catia Gori. All’Ics Darsena, con il Progetto Jazz "I have a dream", gli studenti della sezione a indirizzo musicale della scuola secondaria di primo grado M. Montanari hanno suonato alla scuola Primaria B. Pasini e G. Garibaldi, coinvolgendo studenti insegnanti. Il progetto musicale è stato curato e coordinato da Claudio Bondi e Mauro Vergimigli, rispettivamente direttori della banda della città di Russi e di Ravenna, insieme ai colleghi delle classi di strumento Nicoletta Pasini, Jacopo Rivani, Tiziana Stanzione.

Anche alla scuola Maria Bartolotti di Savarna le classi coordinate da Maria Cereti hanno omaggiato il jazz day con un lavoro su Nina Simone, unite a riflessioni sul tema della lotta per i diritti civili. A Lugo, all’Istituto Gherardi, Luca Bombardi, docente e compositore delle musiche del libro edito da Curci Una classica serata jazz di Reno Brandoni, ha presentato il suo lavoro artistico che vede a confronto la figura di Michel Petrucciani e Chopin, in un dialogo immaginario sulla musica, la sua poetica, la sua forza espressiva. Tutte queste attività, che si uniscono alle numerose esperienze di partecipazione delle scuole sul Territorio nazionale, hanno ricevuto il patrocinio del Miur e della Associazione Nazionale Il Jazz va a Scuola.

Logo Il Jazz va  a Scuola TASTIERA-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il 'Jazz Day Unesco' la musica entra nelle scuole

RavennaToday è in caricamento