rotate-mobile
Cronaca

Lavoro e sicurezza, corsi di formazione gratis per donne vittime di violenza: siglato il protocollo di intesa

“Con questo protocollo il mondo delle imprese si avvicina a quello sociale con un atto pratico di aiuto e sostegno”, ha dichiarato Chiara Roncuzzi, presidente del Cif.

Lunedì mattina, nella sede della Camera di Commercio di Ravenna, grazie al coordinamento del Cif-Comitato dell'imprenditoria femminile della Camera di commercio di Ravenna e del Tavolo Conciliazione lavoro e salute della provincia di Ravenna, per la prima volta in Italia nove Associazioni (Confartigianato, Confesercenti, Cna, Confcommercio, Confimi, Confindustria, Cgil, Cisl e Uil) hanno firmato un protocollo d'intesa per dare la possibilità a 34 donne che hanno subito violenza di fare formazione in forma gratuita. I corsi riguarderanno principalmente la sicurezza nei luoghi di lavoro e verranno svolti all'interno delle associazioni che hanno aderito al progetto.

Natalino Gigante, presidente della Camera di commercio di Ravenna, ha introdotto l'incontro, sintesi del lavoro degli ultimi mesi, rammentando che nella provincia di Ravenna esiste uno “zoccolo duro” di imprese femminili (il 26-27%, in linea con la media nazionale), con imprenditrici che sanno accostare alle indiscusse capacità e competenze professionali una straordinaria caparbietà  e un notevole buon senso. “Con questo protocollo il mondo delle imprese si avvicina a quello sociale con un atto pratico di aiuto e sostegno”, ha dichiarato Chiara Roncuzzi, presidente del Cif. 

L'iniziativa è nata sulla base della necessità di formazione evidenziata dai tre centri antiviolenza del nostro territorio ? Linea Rosa di Ravenna, Sos Donna di Faenza, Demetra Donne in aiuto di Lugo ? che sperano in questo modo di poter inserire queste donne all'interno dei tirocini formativi stanziati dalla Regione Emilia-Romagna, consentendo o almeno facilitando il loro ingresso nel mondo del lavoro. Come ricorda Amnesty International, “se è vero che l'indipendenza economica non protegge una donna dalla violenza, è altrettanto vero che una donna dipendente economicamente non vedrà per sé e per i figli altra strada che rimanere con il partner”. Il consiglieredi Parità della provincia di Ravenna, Sonia Alvisi, presidente del Tavolo  Conciliazione lavoro e salute, e Antonella Bianchi, a nome dei centri antiviolenza locali, hanno sottolineato che finalmente è stato siglato un protocollo fattivo e non solo di buoni intenti; un incontro di verifica dei risultati ottenuti è previsto ad ottobre.

"Il fenomeno, in continua preoccupante ascesa, della violenza di genere, è un grave problema sociale che va combattuto (e possibilmente prevenuto) con un  forte impegno congiunto delle istituzioni pubbliche e del mondo associativo, dei soggetti operanti nel mondo del lavoro (imprese pubbliche e private, parti sociali), del sistema dell'istruzione, dell'impegno individuale di ciascuno di noi - viene evidenziato -. Ci si augura che questo progetto di forte impatto sociale (della durata di un anno dalla sottoscrizione, ma suscettibile di proroga), possa fungere da esempio per altri territorio italiani e quindi essere replicato con successo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro e sicurezza, corsi di formazione gratis per donne vittime di violenza: siglato il protocollo di intesa

RavennaToday è in caricamento